Articoli di Cultura e Spettacolo

Terrevolute 100: al via Festival della bonifica a San Donà di Piave

Quattro giorni dedicati al rapporto tra uomo, acqua, ambiente e sostenibilità, per il festival "Terrevolute 100" a San Donà di Piave.

ANBI, ANBI Veneto con i suoi Consorzi di Bonifica e Università degli Studi di Padova inaugurano Terrevolute 100 – Festival della Bonifica. L’evento si svolge giovedì 26 maggio in piazza Indipendenza a San Donà di Piave. L’iniziativa si protrarrà fino a domenica 29 maggio. Durante questi giorni si propongono incontri, convegni, spettacoli, concerti, visite guidate e mostre dedicati al rapporto tra uomo, acqua e territorio.

Terrevolute 100: una celebrazione della bonifica veneta

Con Terrevolute si celebra il Centenario del Congresso Regionale delle Bonifiche Venete. Proprio a San Donà di Piave, nel marzo del 1922, si posero le basi della Bonifica moderna. Quest’ultima è definita “integrale”, perché unisce aspetti di sicurezza idraulica alla gestione della risorsa ad uso irriguo. Sono pratiche bonificatorie che fino agli inizi del ‘900 erano considerate e attuate separatamente.

Il Festival è patrocinato da Ministero della Transizione Ecologica, Ministero dell’Agricoltura, Regione del Veneto, ANCI Veneto, Comune di San Donà di Piave, Conferenza sindaci delle Venezia Orientale, Coldiretti, Cia e Confagricoltura.

Il programma completo del festival si trova www.festivalbonifica.it.

Elisabetta Novello, curatrice del festival Terrevolute 100

“TerrEvolute: Festival della bonifica è arrivato alla sua quinta edizione. E’ un’edizione che coincide con il centenario del Convegno dedicato alla bonifica che si tenne nel marzo 1922 a San Donà di Piave. Durante quest’ultimo venne fermamente ribadita la necessità di coordinare la finalità economica delle opere con quella sociale. Questo vale a dire un miglioramento delle condizioni di vita e dei rapporti di lavoro.

Negli anni successivi la bonifica si arricchì di nuovi valori e responsabilità come quelli legati alla ‘bonifica ambientale’. Nei primi anni Novanta, ad esempio, si promuovevano una serie di interventi a favore del rispetto per l’ambiente. Invece, oggi siamo all’inizio di una nuova fase. Si tratta della “bonifica per la sostenibilità”.

La componente convegnistica del Festival

Il momento principale del Festival è il grande simposio che si articolerà tra giovedì e venerdì dal titolo “Consorzi di bonifica e sviluppo sostenibile”. Vedrà il coinvolgimento di rappresentanti di istituzioni e diversi docenti di Università di tutta Italia. Si parlerà di sostenibilità e gestione del territorio, declinando le sessioni sulla base dei goal dell’Agenda 2030. Inaugurazione e simposi del 26 e del 27 saranno trasmessi in diretta streaming su www.facebook.com/AnbiVeneto.

Sabato 28 maggio dalle 10:00, sempre in piazza Indipendenza, si terranno i workshop “Le acque rigenerano la città: Sicurezza idraulica e qualità della vita”. A completare la sezione convegnistica sarà un fitto programma di presentazioni di libri che avranno luogo presso il Caffè Letterario e la Corte Leonardo da Vinci.

Nelle serate di Festival, il palco di piazza Indipendenza sarà animato da spettacoli scelti e curati dal direttore artistico Andrea Pennacchi.

Un mercoledì all’insegna di film

Mercoledì 25 maggio si terrà la proiezione del film “Welcome Venice”, seguirà tavola rotonda con regista Andrea Segre e attori del film. Gli ospiti saranno intervistati dai ragazzi del Giffoni Film Festival sul tema della conservazione degli ecosistemi fragili e delle tradizioni culturali ed economiche ad essi legate. Saranno presenti rappresentanti di Legambiente, Marevivo e del mondo del turismo. Dopo il film “Welcome Venice”, sarà “Idrovore Tricolore” con la proiezione sullo schermo delle idrovore disseminate nel territorio nazionale illuminate con le luci della bandiera italiana.

Gli eventi proposti per Terrevolute 100

Giovedì 26 maggio, la compagnia di danza RBR Dance Company presenterà Boomerang – gli illusionisti della danza. Un viaggio onirico che inizia con la comparsa della vita sulla terra, la nascita dell’uomo e che si sviluppa poi in tre ambienti diversi ma tra loro collegati dalla presenza, diretta o indiretta, del genere umano.

Venerdì 27 maggio “Valerio Aprea legge Maccox”, protagonista della trasmissione tv Propaganda, in uno spettacolo sui mutamenti climatici.

Sabato 28 maggio sarà il turno del duo comico Ale e Franz con uno spettacolo su uomo e ambiente.

Infine domenica 29, si terrà lo spettacolo di chiusura. In un monologo di Andrea Pennacchi saranno ripercorsi alcuni momenti della vita di Silvio Trentin tra i principali protagonisti del Congresso di San Donà del 1922.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button