Articoli di Cronaca

Mestre, tenta il furto sfondando la vetrina del negozio: denunciato

Continua incessante l’attività della Volanti anche durante il lockdown: un arresto e due denunce in meno di 24 ore

Nonostante il periodo di lockdown le volanti della Questura continuano l’attività di controllo del territorio. In meno di 24 ore infatti un arresto e due denunce. In nottata le volanti hanno bloccato un altro cittadino, di nazionalità tunisina. Questo aveva appena tentato un furto in un negozio di scarpe infrangendo la vetrina con un tubo innocente. Il negozio in questione è il temporary di Dino Sellier, in Via Gallera Teatro Vecchio a Mestre.

Tentato furto

A seguito della segnalazione di rumori, le volanti sono intervenute ed hanno intercettato il presunto ladro in Via Pepe. L’uomo è stato bloccato ed identificato per il E.Y. I. cittadino tunisino del 1987, già noto alle forze dell’ordine, che presentava tagli alle mani dei quali non era in grado di dare alcuna giustificazione.

Sul luogo del reato vi erano tracce di sangue e vista la corrispondenza delle descrizioni del soggetto fermato con le descrizioni fornite dal richiedente, lo straniero è stato deferito in stato di libertà all’A.G competente per il reato di tentato furto aggravato. Le telecamere di videosorveglianza inoltre avevano ripreso il soggetto durante il fatto.

Spaccio di droga

Ieri sera intorno alle 21.00 un equipaggio delle volanti in transito a Marghera in Piazzale Giovannacci, ha controllato un cittadino nordafricano a bordo di una bicicletta.

L’uomo aveva cercato di sottrarsi al controllo e poco prima di essere bloccato ha gettato all’interno di un cespuglio un sacchetto di nylon contente della sostanza solida, verosimilmente hashish. Il soggetto ha cercato di fuggire, scalciando e spintonando gli agenti che hanno dovuto ammanettarlo e chiedere l’ausilio di un secondo equipaggio.

Gli agenti hanno poi recuperato l’involucro dal cespuglio trovando 7 grammi in sette confezioni di sostanza stupefacente, confezionate singolarmente con del nylon trasparente. A seguito di una perquisizione personale gli agenti hanno trovato un’altra confezione di hashish all’interno del suo zaino e denaro pari a 190 euro nella tasca interna del giubbotto.

L’uomo è stato identificato per il cittadino tunisino N.C. del 1989. Ha numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti nonché precedenti di polizia per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. A suo carico anche la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Venezia, con la prescrizione di non accedervi senza autorizzazione del giudice procedente. Il P.M. ne ha disposto quindi la denuncia in stato di libertà per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio.

Arresto a Mestre

Questa mattina infine, le volanti hanno arrestato a Mestre M.S. veneziano del 1986, con precedenti per reati inerenti gli stupefacenti e contro il patrimonio. E’ inoltre destinatario di un ordine di carcerazione di 6 anni, 6 mesi e 11 giorni per cumulo di pene. Questo emesso dall’Ufficio Esecuzioni della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Venezia. L’uomo, rintracciato presso la sua abitazione, è adesso in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock