Servizi Cultura e spettacolo

Teatro La Fenice: presentata la stagione 2021/22. La vera ripartenza

Il Teatro La Fenice torna finalmente ad accogliere il pubblico in platea. È uscita la nuova stagione lirica, sinfonica e di balletto

Dopo oltre un anno di chiusure, riaperture, presentazioni a singhiozzo, spettacoli cancellati e dipendenti in cassa integrazione, il Teatro La Fenice di Venezia può finalmente ormeggiare la sua arca, accogliere il pubblico in platea e annunciare una stagione lirica, sinfonica e di balletto di 12 mesi. Sarà una stagione piena di novità, come ha sottolineato il Direttore artistico e sovrintendente del teatro Fortunato Ortombina.

L’intervento di Fortunato Ortombina

“È una stagione pensata soprattutto con attenzione per i nostri spettatori. Ci sono le cose essenziali per il nostro pubblico metropolitano, che si è sempre contraddistinto per una grande curiosità sui progetti nuovi, sui titoli nuovi e mai visti alla Fenice.

È anche interessato a vedere nuovi approcci interpretativi al mondo della musica. Abbiamo 13 titoli tra opera e balletto. Poi ci saranno anche ben 17 concerti nella stagione sinfonica”.

Le opere in programma al teatro

Fortunato Ortombina continua illustrando le opere che verranno messe in scena. “Abbiamo una stagione lirica che parte dal “Fidelio”, che è l’opera della liberazione per eccellenza. Ci vediamo un po’ tutti come dei prigionieri in questo periodo di pandemia. Dei prigionieri che sentono il desiderio della liberazione.

Poi avremo una prima mondiale con “Le Baruffe”, da “Le baruffe chiozzotte” di Goldoni, con musica di Battistelli e regia di Damiano Michieletto. Dopo ci sarà “I lombardi alla prima crociata”, l’opera che manca alla Fenice da quasi 200 anni, precisamente dal 1844.

Vedremo di nuovo il “Faust”, avremo Vivaldi, il “Peter Grimes” di Britten (mai stato fatto alla Fenice) e “La figlia del reggimento” di Donizetti, in francese “La Fille du Régiment”. Avrà luogo una grande stagione sinfonica. Sarà il Maestro Chung ad aprirla e a chiuderla. Gli appuntamenti saranno tantissimi, tra La Fenice ed il Teatro Malibran rinnovato. Ci sarà anche un appuntamento in Piazza San Marco”.

Gli abbonamenti del teatro ed il bilancio

Alla Fenice riparte anche la vendita degli abbonamenti; anche questo è un bel segno di normalità. Senza parlare del bilancio, in pareggio nonostante i tempi difficili della pandemia. Il Direttore generale Andrea Erri spiega: “Anche per il 2020 il bilancio della Fondazione è in pareggio.

Quindi, nonostante questi tempi un po’ difficili di discese ardite e di salite, parafrasando una nota canzone, siamo riusciti a tenere il bilancio in equilibrio. Questa condizione è necessaria affinché l’Istituzione e la Fondazione proseguano serenamente con le proprie attività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button