Servizi Salute e benessere

Tamponi a raffica contro la seconda ondata

In attesa dell'esito del tampone una donna va a pranzo con gli amici e li contagia. E' accaduto nel Sandonatese. Le unita sanitarie locali stanno mettendo a punto un piano di guerra con i tamponi per evitare la seconda ondata, ma ci vuole la collaborazione dei pazienti.

Nessun positivi e e 5 ricoverati Covid tra gli ospiti nelle case di riposo. Parte da questo risultato il nuovo piano tamponi programmato dall’Ulss3 veneziana per prevenire la seconda ondata e sarà un piano di aggressivo che si avvarrà di nuove macchine per avere tempo di lettura degli esiti più rapidi. Una politica che sta per essere messa in atto in tutte le unità sanitarie locali. L’Ulss 4 del Veneto Orientale ad esempio entro fine mese si doterà di una nuova attrezzatura.

Tamponi a tappeto

Non soltanto tamponi a tappeto, ma anche test sierologici. La Croce Rossa ne effettuerà 1500 in tutto il territorio dell’Ulss veneziana, inoltre è partita la raccolta del plasma iperimmune. Finora le persone contattate e valutate sono state 523 e sono state eseguite 24 plasmaferesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button