Radio Venezia Musica

Steel punk alla Scala di Milano con i The Tempest

The Tempest di Thomas Adés è arrivato per la prima volta alla Scala di Milano, cioè nella sua casa naturale.

Stili d’animo raccontati in modo tempestoso alla Scala di Milano grazie a The Tempest di Thomas Adés. L’allestimento steel punk porta lo spettatore in un luogo magico e inaspettato.

L’opera scelta da The Tempest

Quella messa in scena è infatti  la vicenda narrata nell’opera di Shakespeare, rivista nel libretto di Meredith Oakes.  Si tratta della storia di Prospero, duca di Milano abbandonato su una barca insieme alla figlia Miranda, dal fratello Antonio con la complicità del re di Napoli.

Setting e trama

Il regista Ropert Lepage (che ha pensato per il Met di New York nel 2012 l’allestimento qui ripreso da Gregory Fortner) ha deciso di ambientare il lavoro di The Tempest alla Scala con i suoi palchi, e le sue sedie rosse, arricchendolo però di tatuaggi, acrobati, macchine volanti, candelabri scintillanti che diventano trapezi.

Sul palco anche effetti speciali e acrobazie, come nel caso di Ariel (una straordinaria Audrey Luna), lo spirito dell’aria che canta sospesa a metri d’altezza su travi. Il suo canto melodioso diventa quasi onomatopeico e porta lo spettatore nel mondo degli spiriti dei boschi e il fruscio del vento che fischia. Con lei, in scena il suo padrone, Prospero (Leigh Melrose), il re di Napoli (Toby Spence) e Gonzalo (Sorin Coliban).

Durante la tempesta si separa da loro il principe Ferdinand (Josh Lovell) che incontra Miranda (Isabel Leonard) su un’isola. Fra Ferdinand e Miranda, che Calibano (Frédéric Antoun) vorrebbe invece per sé, nasce l’amore. Una forza su cui Prospero non ha potere. Ciò lo farà rinunciare alla vendetta e portare verso il perdono. A questo punto a Prospero non servono più i poteri magici, Ariel è lasciato libero e sull’isola resta solo Caliban.

Leggi anche: Evgenij Kissin, il pianista moscovita si oppone alla Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock