Servizi Economia e società

Jesolo Sand Nativity: residenti preoccupati per lo spostamento

Questa mattina alcuni residenti hanno fatto sentire la loro voce per dire no al presepe in piazza Trieste.

Dal 2002 lo Jesolo Sand Nativity conta centinaia di migliaia di presenze e, in queste 18 edizioni, la location della manifestazione è sempre stata piazza Guglielmo Marconi. Per realizzare il presepe di sabbia ogni anno vengono coinvolti alcuni tra i migliori scultori della sabbia a livello internazionale, maestri nel ridare vita all’autentico spirito natalizio, attraverso una forma d’arte che evoca nel pubblico ricordi d’infanzia.

Ogni edizione è dedicata ad un tema della società contemporanea.  Dal 2004 si sposa anche ad un’iniziativa di solidarietà. Già 24 località in 4 continenti hanno beneficiato dei progetti realizzati grazie al contributo dei visitatori di Sand Nativity.

Sulla scia del successo riscontrato e grazie alla fattiva collaborazione del Patriarcato di Venezia, nel 2018 Sand Nativity ha spiccato il volo verso un traguardo straordinario: la realizzazione di uno spettacolare presepe di sabbia nel cuore della cristianità, la meravigliosa Piazza San Pietro a Roma. Un presepe che ha incantato milioni di visitatori da tutto il mondo in un’atmosfera pregna di emozione e significato.

Quest’anno si è svelata una nuova straordinaria edizione del Presepe di Sabbia che ha visto le sculture della Natività esposte a Matera, capitale europea della cultura 2019.

Jesolo San Nativity 2020

Da quest’anno però, data forse la vicinanza alla chiesa, la nuova piazza dove sorgerà la mega struttura dello Jesolo Sand Nativity sarà piazza Trieste. Una zona però, da come ci dicono i residenti e il consigliere di Jesolo Bene Comune Christofer De Zotti, che ha le sue problematiche: non ha molti parcheggi e vi sono più punti d’accesso ai palazzi per entrare nei parcheggi degli stessi.

Una piazza che quando piove molto si allaga, anche per questo i costi sono lievitati di circa 90mila euro per realizzare anche una mega pedana dove appoggiare la tensostruttura del presepe.

Problemi questi che si protrarrebbero per tutta la durata del presepe di sabbia, compresa l’installazione, quindi circa tre mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button