Home Love in Venice Ca’ Sagredo: Spogliati nel Tempo, il linguaggio dell’amore

    Ca’ Sagredo: Spogliati nel Tempo, il linguaggio dell’amore

    2793

    Ii ricavato dello spettacolo letterario Spogliati nel Temppo è andato infatti a sostenere la Cooperativa Iside di Venezia.

    Il 15 dicembre l’illustre cornice di Ca’ Sagredo, Venezia è stato il palcoscenico dello spettacolo letterario-musicale Spogliati nel Tempo, a cura dell’attore e regista Renato Raimo e della pianista Isabella Turso.

    L’idea di trasformare la meravigliosa Sala della Musica del Ca’Sagredo Hotel in un vero palcoscenico nasce dall’incontro della sensibilità vulcanica della direttrice Lorenza Lain e la volontà di Renato Raimo di riportare il teatro nelle sale dei grandi palazzi della nostra penisola, utilizzando le scenografie e gli arredi naturali, in un ottica di green-theatre, riscoprendo un pubblico eterogeneo in una atmosfera più intima.

    In questa originale pièce, in tour in Italia dal 2016, i due artisti hanno congiunto la propria competenza e sensibilità artistica per realizzare uno spettacolo teatrale in cui l’amore viene raccontato in una dimensione onirica, dove sogno, fantasia e realtà talvolta si confondono. Una riflessione leggera e profonda, sobria e passionale su come sia cambiato, nel tempo, il modo di scrivere o di dire «Ti Amo»!

    Il tema trattato, la suggestiva cornice di questo evento artistico e culturale per certi aspetti unico, incontra la progettualità benefica del Club Amitié Sans Frontières di Venezia che lo ritiene meritevole del suo patrocinio. Infatti attraverso questa iniziativa intenderà sensibilizzare e promuovere l’aiuto a favore delle donne vittime di violenza di genere.

    “L’amore tra un uomo e una donna può essere multiforme ma non può mai essere violento o umiliante” dichiara il Presidente del Club, l’avv. Claudia Baggio. “Questo è il cuore del messaggio dello spettacolo e questo è quello che, con Renato Raimo e Lorenza Lain, General Manager di Ca’ Sagredo, ci ha spinti ad unire le forze per far passare questo messaggio”.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here