Articoli di Economia e società

Spinea, i 50 anni di attività del barbiere del Villaggio dei Fiori

Uno dei pionieri del commercio al Villaggio dei Fiori si racconta «Smettere? Mai, i clienti sono amici e il quartiere la mia casa»

Ha aperto il negozio nel giorno di San Valentino: era il 1970. Un amore destinato a durare per sempre e infatti Renato Rocco, il barbiere del Villaggio dei Fiori di Spinea, taglia oggi il traguardo del mezzo secolo di attività e promette: «Se Dio vuole morirò qui dentro, i clienti sono la mia vita».

Renato Rocco

Rocco è stato uno dei pionieri del commercio al Villaggio dei Fiori, oggi è uno degli ultimi barbieri vecchio stile. A 76 anni, 50 trascorsi all’interno della sua bottega di Viale Viareggio, ha rifatto barba e capelli a decine di migliaia di uomini, provenienti anche da fuori città. In un mondo ormai votato a moderni saloni di bellezza, lui resta un semplice parrucchiere per uomo, dove barba e capelli si fanno ancora come una volta, a colpi di forbici e chiacchierate.

«Ho sempre fatto questo mestiere – racconta – iniziando a 11 anni sotto padrone e aprendo il mio negozio a Spinea a 26. Ho visto crescere il Villaggio dei fiori, anzi a dire il vero ho dovuto attendere il sorgere dei palazzi per avere un certo giro di clientela».

Un punto di riferimento

Dal punto di vista professionale Rocco ha rappresentato un punto di riferimento per tutta la categoria: è stato consigliere e presidente della ANAM, Accademia Nazionale Acconciatori Misti di Mestre, dove ha ricoperto anche l’incarico di responsabile per il Veneto nella sede nazionale di Milano. Al Villaggio dei Fiori è stato coordinatore del gruppo di commercianti locali e anima di molte iniziative, dalla festa “Il Villaggio del pescatore” all’intrattenimento natalizio, che per molti anni ha proposto in prima persona offrendo cioccolata calda ai bambini e portando Babbo Natale nel quartiere. «Ho sempre cercato di dare agli abitanti del quartiere qualcosa che andasse oltre il mio lavoro», confida.

Spinea

«Il Villaggio dei Fiori? È un quartiere vivo: avrà i suoi problemi ma sfido chiunque oggi a trovare così tanti servizi in così pochi chilometri: negli anni è cresciuto molto, ma si vive bene e ultimamente sono arrivati anche molti giovani. La professione invece è cambiata molto: un tempo si imparava solo con l’apprendistato, facendo il mestiere. C’era umiltà e libertà nel lavorare. Oggi il parrucchiere è un lavoro che si impara a scuola, dove si formano soprattutto per il femminile. Per il maschile invece uno, se può, apre un salone uomo-donna: è difficile trovare un barbiere che sappia fare solo quello. Oggi fare barba e capelli è un’arte che sta scomparendo: noi la facciamo ancora sfumando con le forbici, roba d’altri tempi».

Nonostante i tempi siano cambiati però, Rocco non ha alcuna intenzione di gettare la spugna e la parola “pensione” non è contemplata: «Se continuo a lavorare? Io ci vorrei morire qui dentro. Mantengo un rapporto stupendo coi clienti, alcuni continuano a venire qui dal primo giorno, molti sono diventati amici e da parte mia cerco di essere sempre quell’aiuto e quella persona di fiducia che si può cercare da un artigiano. Da 40 anni ormai lavoro su appuntamento, solo perché mi piace essere a disposizione del cliente: così quando arriva, cerco di farmi trovare pronto per lui».

Agli auguri di molti in città per il prestigioso traguardo, si unisce Patrizia Vianello, delegata di Confcommercio a Spinea: «Mi complimento con Renato per tutti questi anni di lavoro, svolto sempre con serietà e professionalità. È una personalità del Villaggio dei Fiori, oltre che uno dei soci storici della nostra associazione: ha sempre creduto nel quartiere, ancora ci crede e la sua resta una delle prime attività del Villaggio ancora attive, un punto di riferimento per tutti. Tanti auguri Renato, 50 anni di lavoro sono una grande soddisfazione, raggiungerli come hai fatto tu è un esempio per tutti».

«Mi unisco alle congratulazioni di Patrizia – aggiunge il direttore di Confcommercio del Miranese Tiziana Molinari – Renato ha raggiunto un importantissimo traguardo ed è bello vedere come abbia ancora la stessa voglia e la grinta dei primi giorni. La passione per il suo lavoro, per i clienti, per la sua città vince su tutto il resto. A presto per i 60 anni di attività».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
X