Servizi Economia e società

Spiagge: i gestori vogliono indennizzi se perdono i bandi

Lungo le spiagge gli operatori balneari si stanno muovendo per chiedere al mondo politico il riconoscimento dei loro investimenti nel caso dovessero perdere le concessioni demaniali in virtù delle nuove gare di affidamento

Chiedono indennizzi; nel caso dovessero perdere la concessione della gestione delle spiagge. Gli operatori turistici della costa veneta; gli effetti della direttiva Bolkestein. Lo hanno fatto in un vertice; martedì a Palazzo Balbi con l’assessore regionale al turismo Federico Caner. Mentre, si sta muovendo a Roma la deputata di Italia Viva Sara Moretto; che nel question time con il ministro del turismo Garavaglia ha avanzato la stessa richiesta.

Il commento di Sara Moretto

Sara Moretto: “Quello che le chiedevo è di farsi promotore; sebbene la competenza sappiamo non essere del suo ministero, di una norma transitoria che nelle more della riforma del sistema concessorio; consenta a quei comuni che intendono farsi trovare pronti a quando sarà il momento di fare una gara, di avere gli strumenti per valorizzare gli investimenti fatti dagli operatori turistici con gli investimenti che hanno fatto si che il nostro paese sia così attrattivo e che lo siano soprattutto le nostre spiagge.”

Caner nell’incontro regionale ha annunciato che intende fare da apripista per inserire nella normativa il tema dell’avviamento da rimborsare da parte di chi subentra nella concessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button