Servizi Economia e società

Speedline: il Ministro Orlando a sostegno del rilancio

Sono trascorsi sei mesi e i lavoratori della Speedline hanno una speranza per scongiurare la chiusura della fabbrica. Venerdì visiterà il presidio il ministro Orlando

Giorni cruciali questi per la Speedline di Santa Maria di Sala. L’amministratore delegato Oliver Brauner del gruppo RONAL, che aveva deciso di chiudere lo stabilimento di Tabina e spostare la produzione di cerchi in lega all’estero, sta elaborando un nuovo piano di riorganizzazione elaborato dalla Fondazione ERGO. Questo piano vorrebbe rilanciare l’azienda che rifornisce le case automobilistiche più prestigiose.

Speedline

Sono giorni in cui i lavoratori, circa 600 impiegati direttamente o nell’indotto, stanno tenendo il fiato sospeso. E anche per questo, venerdì pomeriggio, 6 maggio, il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, sosterrà il presidio organizzato davanti alla sede dell’azienda.

I lavoratori dall’autunno del 2021 hanno presidiato ininterrottamente i cancelli dell’ingresso della fabbrica, incluse le notti di Natale e del 31 dicembre. Questo è stato fatto per tenere sempre vivo lo spirito della protesta. Ma anche per impedire che vengano fatte uscire dai capannoni partite di merce o, peggio ancora, macchine da lavoro.

I vertici

Nel fermare i vertici del gruppo RONAL dal chiudere la fabbrica, le istituzioni hanno avuto un ruolo decisivo. Infatti, hanno dato vita ad una grande mobilitazione, a cui hanno partecipato i sindaci della città metropolitana e tutto il mondo politico, incluso il ministero dello sviluppo.

Il timore che il territorio perda produzioni tecnologiche di alta gamma è forte. Dato che ora anche l’azienda Superjet di Tessera, specializzata nell’allestimento di aerei, è sull’orlo della chiusura. Questo è dovuto a causa delle sanzioni contro la Russia. E una delegazione dei 200 lavoratori, ai quali Intesa San Paolo ha sbloccato le risorse per pagare gli stipendi di aprile soltanto in queste ore, si recherà a Santa Maria di Sala per incontrare il ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button