ricette

Spaghetti con Pesto e Avocado: tropici liguri

L’avocado, frutto tropicale ricco di grassi, soprattutto “buoni”, si unisce alla tipica specialità ligure per dar vita agli Spaghetti con Pesto e Avocado.

L’avocado, a differenza dei frutti freschi più comuni, non è una fonte importante di carboidrati, ma di grassi: contiene acido oleico, presente anche nell’olio d’oliva, appartenente ai grassi monoinsaturi e noto per la sua benefica azione su cuore, cervello e arterie, nonché per le proprietà sazianti. Nell’avocado, che fornisce Omega6 e una piccola quantità di Omega3, ci sono pure grassi saturi, meno adatti per l’organismo perché favoriscono la formazione di colesterolo. Tuttavia, dato che i grassi buoni sono in maggior quantità, l’azione di quelli saturi viene annullata. Si caratterizza inoltre per il contenuto in minerali, vitamine e altri elementi antiossidanti. A “Il ballo è servito”, il programma in onda su Radio Venezia tutti i giorni (dal lunedì al venerdì, fra le 12.00 e le 14.00), con Sante lo chef della musica, lo abbiamo usato per fare gli Spaghetti con Pesto e Avocado, che uniscono la tipica specialità ligure e il frutto tropicale, per 4 persone:

  • 350 g di spaghetti
  • 1 avocado
  • 100 g di pesto
  • 7-8 pomodorini
  • 8-10 mandorle
  • 1 spicchio di aglio
  • qualche foglia di basilico
  • sale, olio evo e parmigiano grattugiato q.b.

Spaghetti con Pesto e Avocado: tropici liguri

Procedimento: sbucciate l’avocado, eliminate il nocciolo e tagliate a pezzi la polpa, che frullerete in un mixer; unite il pesto e fate girare ancora un po’, per ottenere un composto omogeneo. In una padella scaldate un filo d’olio, aggiungete l’aglio e i pomodorini, che scotterete appena, quindi regolate di sale. A parte, tagliate a coltello le mandorle e poi tostatele in una padellina.

Cuocete la pasta e scolatela un paio di minuti di prima della durata indicata, tenendo da parte un po’ di acqua di cottura. Mettetela nella padella con i pomodori, mescolate, unite il pesto di avocado e le mandorle e mescolate ancora, versando – se serve – un po’ di acqua di cottura. Servite aggiungendo un po’ di parmigiano grattugiato e qualche fogliolina di basilico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button