Servizi Cronaca

Sneakers contraffatte: nei guai venditori e clienti

Ancora un'operazione a tutela del Made in Italy in cui sono coinvolti produzioni cinesi e che è costata la denuncia per contraffazione a due trevigiani e una serie di multe ai comparatori

Arrotondavano lo stipendio vendendo sneakers contraffatte a 200 euro online. Invece, le originali nel mercato costano ben 500 euro. Si sono così procurati una denuncia per contraffazione, e hanno anche compromesso i clienti. Questi infatti sono stati multati con sanzioni fino a 7 mila euro.

Una coppia di Treviso è stata scoperta dalla Guardia di Finanza della città. Il tutto è partito da una segnalazione di un’azienda marchigiana proprietaria del marchio. Questa aveva scoperto la distribuzione parallela delle sue creazioni.

Il commercio di sneakers contraffatte

La coppia si era organizzata con un account Facebook e un canale Telegram. Su questi era anche possibile visionare un book fotografico delle sneakers contraffatte, che venivano fatte produrre in Cina. I siti online in poco meno di un anno hanno spopolato tra i ragazzi che considerano quel marchio un vero must.

Le indagini hanno consentito di risalire alla coppia e alla loro abitazione. Hanno trovato merce già pronta per la spedizione e i telefoni utilizzati per la gestione online della rete di commercio illegale. Questi ultimi hanno consentito di ricostruire i contatti con cui sono avvenute le compravendite a Bari, Padova, Pesaro-Urbino, Pordenone, Treviso, Venezia, Udine e Vicenza. Hanno anche trovato la conferma sui conti correnti della coppia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button