Articoli di Cronaca

Sicurezza a Jesolo: dopo le telecamere arriva anche il drone

L’acquisto sarà formalizzato nel corso della primavera dall’amministrazione e doterà il Comune di un drone professionale per il controllo del territorio che sarà operato da agenti formati all’utilizzo. Lo strumento che si aggiunge alla fitta rete di videosorveglianza presente in città.

Garantire la sicurezza a Jesolo continua ad essere priorità dell’amministrazione comunale. Gli sforzi già compiuti negli ultimi anni hanno permesso l’installazione di oltre 30 telecamere per la videosorveglianza su gran parte del territorio comunale, con attenzione a quelle zone sensibili tra cui l’arenile. Ora sono in arrivo nuovi sistemi tecnologici a supporto dell’attività della Polizia locale.

Sicurezza a Jesolo

Dopo aver dotato la spiaggia di piazza Mazzini di due nuove telecamere alta risoluzione (guarda il servizio) con capacità di riconoscimento facciale fino ad una distanza massima di 160 metri, che nel corso dell’estate hanno dimostrato la loro efficacia, il Comando di Polizia locale implementa ancora le sue dotazioni. Nel corso della prossima primavera 2020 sarà formalizzato l’acquisto di un drone professionale da impiegare nelle attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti e alla vendita di prodotti contraffatti, con particolare riferimento alle fase di indagine. Lo stesso strumento, così come dimostrato in questi mesi dalla fase sperimentale, sarà utilizzato anche per il rilievo degli incidenti stradali gravi. Per l’utilizzo di questo strumento saranno opportunamente formati circa una decina di agenti del Comando jesolano.

Il drone

L’impiego sempre più consistente di soluzioni tecnologiche per il controllo del territorio ha richiesto una revisione al Regolamento per l’esercizio del sistema di videosorveglianza del Comune di Jesolo per adeguarlo Regolamento generale sulla protezione dei dati GDPR e al d.lgs. 51/2018. Le modifiche approvate nel corso dell’ultimo Consiglio comunale hanno normato le modalità di uso dei droni (sperimentati già a settembre) e l’introduzione di nuovi adempimenti nel trattamento dei dati ottenuti tramite gli impianti di sorveglianza.

“Sul fronte della sicurezza questa amministrazione non arretra di un millimetro e, al contrario, è nostra intenzione portare avanti in maniera sempre più efficace politiche di deterrenza contro chi persevera sulla strada dell’illegalità – è il commento dell’assessore alla Sicurezza della Città di Jesolo, Otello Bergamo -. Siamo al fianco degli uomini e delle donne del Comando di Polizia locale e cerchiamo sempre di mettere loro nelle condizioni di poter svolgere il servizio di tutela della comunità. Le nuove tecnologie che stiamo portando all’interno del Corpo supporteranno in maniera più efficace il contrasto ai fenomeni criminosi e contribuiranno a rendere ancora più sicura la nostra città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close