Venezia Città Stato

Sergio Lucchi: attività dell’ente nel campo delle infrastrutture

L'ing. Sergio Lucchi affronta il tema di rafforzamento delle infrastrutture specificando quanto sia un argomento a lui caro

Il conduttore presenta chiedendo all’ing. Sergio Lucchi, in tema di rafforzamento delle infrastrutture, quali: strade e ferrovie, cosa faccia l’ente Zona in questo campo di attività.

Sergio Lucchi, Presidente dell’ente Zona industriale di Porto Marghera

“Allora lei tocca un argomento che mi è caro. Diciamo che, le infrastrutture sono l’asset più importante di Porto Marghera.

Porto Marghera, avevo detto prima: è resiliente, è da anni che l’occupazione regge, le aziende si insediano e crescono numericamente, perchè è una delle aree più infrastrutturate d’Italia, forse la più infrastrutturata, anche a livello europeo.

Ora, cosa facciamo noi? Per esempio, nel campo ferroviario: sono 130 km di ferrovia all’interno dell’area di Porto Marghera, è una cosa enorme. Però, non sono sufficienti, più che altro per come sono articolate. Devono superare il fatto che bisogna passare per la Stazione di Mestre, e questo non va bene, perchè c’è una commistione traffico industriale e passeggero. Bisogna trovare una strada autonoma, e questo si può fare: c’è un investimento.

Allora, come interveniamo? Partecipando ai tavoli in cui si decidono quegli investimenti. Il grosso dell’investimento è interno: parliamo di ponti e altro. Cosa fa l’ente Zona? Partecipa alle conferenze dei servizi, in nome e per conto delle aziende interessate, perchè ogni volta che lei sposta un binario o tocca una strada, crea dei problemi alle aziende e se non c’è qualcuno che conosce e difende quelle che sono le esigenze delle aziende, si rischia di fare degli investimenti sbagliati.

Un caso tra tutti: via dell’elettricità. Dovevamo spostare il binario e volevano farlo passare difronte all’ingresso degli stabilimenti, in particolare, grandi mulini. È intervenuto l’ente Zona e si è trovata la soluzione”:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button