Articoli di Cronaca

Pesce non regolare: sequestrati tre quintali. Multe per oltre 20mila euro

I controlli dell Guardia Costiera sulla filiera della pesca e la tutela dell'ambiente hanno portato a sanzioni per 21.500 euro e sequestri.

E’ stata una settimana di lavoro intenso per la Guardia Costiera del Veneto, quella che si è appena conclusa. Tre quintali di pesce sequestrato e multe per 21.500 euro. E’ il bilancio della complessa operazione che rientra tra le azioni di controllo della grande distribuzione e del rispetto delle distanze dalla costa. I mezzi interessati sono principalmente i pescherecci a strascico che possono operare solamente a debita distanza dalla costa.

Pesce non regolare

L’operazione volta alla tutela dei consumatori ha coinvolto circa cinquanta militari della Direzione Marittima con l’ausilio cinque motovedette e un elicottero della base aereomeobile di Pescara. La sinergia tra quest’ultimo e i mezzi navali ha permesso infatti, l’individuazione di un peschereccio che stava praticando la pesca a strascico all’interno della fascia di rispetto di tre miglia (6km circa) dalla costa.

I risultati di questa operazione sono consistenti: nel dettaglio sono state attuate sanzioni per un totale di 21.500 euro e sequestrati circa tre quintali di pesce non tracciato o non in regola con le norme in materia di etichettatura.

I controlli svolti testimoniano ancora una volta l’attento coordinamento delle attività sul territorio nazionale ed il costante impegno della Guardia Costiera a tutela dei consumatori, delle imprese di pesca e degli armatori regolarmente autorizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close