Articoli di Economia e società

Scorzè, i bambini promuovono la spesa sotto casa: raccolti 25mila scontrini

Domenica le premiazioni del concorso “Uno scontrino per la Scuola”. Primo premio alla elementare di Cappella: 38 scontrini a bambino

C’erano una volta le figurine. Invece a Cappella, in comune di Scorzè, ogni alunno della elementare “Manzoni” ha collezionato in media 38 scontrini. I 98 bambini iscritti hanno così messo da parte un gruzzolo di ben 3.708 tagliandi fiscali, che consentono alla loro scuola di vincere il primo premio del concorso “Uno scontrino per la Scuola”, organizzato da Comune di Scorzè, Confcommercio del Miranese e dal Distretto del commercio “Scorzè Terra dell’Acqua”.

Primo premio alla elementare di Cappella

L’iniziativa ha coinvolto nei mesi scorsi ben 12 plessi scolastici del comune, con gli alunni capaci di raccogliere quasi 25 mila scontrini in tutto. Primo premio alla elementare di Cappella: 38 scontrini a bambino. Seconda classificata la scuola dell’infanzia “Rodari” di Scorzè, terzo premio invece alla scuola media “Galilei”, sempre nel capoluogo.

Domenica le premiazioni del concorso “Uno scontrino per la Scuola”

Tutte le scuole che hanno aderito al concorso, e ovviamente le prime classificate, riceveranno riconoscimenti in materiale didattico e libri domenica 27 marzo alle ore 16.00 nel piazzale del municipio, con la conclusione del concorso all’interno della domenica ecologica.

L’iniziativa ha suscitato una grande interesse all’interno della scuola e non solo, coinvolgendo famiglie, insegnanti e commercianti locali, in un gioco finalizzato a sostenere da un lato il piccolo commercio di prossimità, incentivando gli acquisti “sotto casa”, dall’altro il mondo della scuola, due ambiti tra l’altro messi a dura prova negli ultimi due anni di pandemia.

Maurizio Sabadin, delegato di Confcommercio a Scorzè

“L’obiettivo, che abbiamo voluto perseguire con il gruppo dei commercianti locali è legare territorio e mondo della scuola, sensibilizzando allo spirito di appartenenza e crediamo di essere sulla buona strada. I negozi sono fondamentali per la vita dei nostri centri e per la loro socialità e sicurezza e dobbiamo trasmettere ai nostri giovani il senso e l’importanza di questa ricchezza.” ha spiegato il delegato di Confcommercio a Scorzè, Maurizio Sabadin.

Nais Marcon, sindaco di Scorzè

“L’iniziativa è servita a far conoscere agli alunni il loro paese e i negozi del luogo in cui vivono, comprendendo come la comunità nasca e cresca da quello spirito di gruppo che caratterizza i nostri centri. I premi sono tra l’altro importantissimi per le scuole del nostro territorio, in quanto per la maggior parte si tratta di strumenti tecnologici oggi più che mai necessari per una didattica all’avanguardia e che gli istituti spesso non hanno i mezzi economici per acquistare.” ha affermato il sindaco di Scorzè Nais Marcon.

La premiazione si terrà all’interno della giornata ecologica che domenica prevedrà la chiusura del centro di Scorzè, coinvolgendo via Roma, via Cercariolo, Via Venezia e un tratto di via Treviso.

Tra le iniziative in campo, da sottolineare la prima edizione de “La Terra degli Orti”, importante mostra di semi, legumi, cereali e germogli organizzata dal Comune con Confcommercio del Miranese, Pro Loco Scorzè, Tutti in Piazza, CIA e Confagricoltura. Oltre cento espositori del settore, insieme ad attività artigianali e di commercio ambulante. Sono inoltre previsti laboratori didattici, convegni e animazioni per l’intera giornata, dalle 9.00 al tardo pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button