sanremo
Il contestato (in parte) vincitore di Sanremo 69, Mahmood, insieme ai tre conduttori Baglioni, Virginia e Bisio.

Anche il presidente della Rai, Foa, critica le regole di Sanremo, Ultimo smette di scappare e qualcuno dimostra che “Rolls Royce” è formata da sette brani.

Il presidente della Rai Marcello Foa ha detto la sua, stamane, sulla coda polemica di Sanremo 69: «C’è stata una sproporzione, un chiaro squilibrio tra il voto popolare e una giuria composta da poche decine di persone che ha provocato le polemiche. Questo è il vero punto che deve farci riflettere. Questo sistema funziona o no? Va corretto anche perché il pubblico si senta rappresentato», ha dichiarato oggi a “Uno Mattina.

Intanto l’arrabbiato Ultimo sembra aver smesso di evitare i tradizionali appuntamenti post festivalieri: ieri non si è presentato a “Domenica In”, mettendo in imbarazzo Mara Venier (alle prese anche con la “fronda Bertè”), ma ha disertato pure la classica foto di copertina di TV Sorrisi & Canzoni – in edicola da oggi – e aveva inoltre dato forfait al “Rosario della Sera”, il programma radiofonico condotto da Fiorello, che lo aveva esortato a non sbagliare come fece lui proprio al Festival più di 20 anni fa, quando non si presentò la domenica pomeriggio. E il cantautore deluso ha cambiato idea

Resta lo sfogo su Instagram in cui contesta le regole del gioco: «Questo non è il Festival scelto dal popolo ma il Festival scelto dai giornalisti. Allora non fate votare la gente, non fate spendere soldi per quattro serate se poi il risultato viene ribaltato da giornalisti e altre otto persone». 

Chi ne è uscito contento, oltre a Mahmood, è invece Achille Lauro, nonostante le polemiche a suo carico sia per il testo che per la musica di Rolls Royce. QUI la versione del collettivo PSNZZT che ha sovrapposto sette canzoni per dimostrare non è un plagio, ma un mix-mashup che unisce sette fonti: King Krule, Jamie xx, Smashing Pumpkins, Pulp, The Strokes, The Vaccines, Chemical Brothers e Achille Lauro!

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here