Articoli di Salute e benessere

San Camillo: anno sabbatico per Daniele Marinazzo

Originario di Bari, docente e ricercatore in Belgio, sceglie l’IRCCS San Camillo per un anno di ricerca sulle neuroscienze: “Qui condizioni ottimali”

Da Bari a Parigi a Ghent, in Belgio, fino al San Camillo. Un percorso di studio e ricerca che ha condotto Daniele Marinazzo a scegliere l’IRCCS San Camillo del Lido di Venezia come la destinazione del suo anno sabbatico di ricerca.

Il percorso formativo

Fisico statistico (laurea nel 2001 e dottorato nel 2007 all’Università di Bari), che ha sempre lavorato a fianco di neuroscienziati clinici e sperimentali, dal 2008 al 2011 postdoc al CNRS presso l’Università Paris 5, è dal 2011 professore orientato alla ricerca presso l’Università di Ghent, in Belgio dove insegna tecniche di analisi di dati da neuroimmagini.

La dichiarazione di Daniele Marinazzo

“Al San Camillo – spiega – ho l’occasione di lavorare al fianco di colleghi che operano in campi diversi e paralleli e soprattutto che vedono quotidianamente dei pazienti: possiamo insieme applicare modelli e sviluppare soluzioni specifiche a problemi contingenti. Un approccio “open science” che mette in relazione e sinergia diversi campi scientifici portando risultati straordinari. Qui inoltre ho l’opportunità di mettere in opera il mio lavoro di ricerca su metodi avanzati di connettività e modellizzazione realistica dell’attività neuronale in un setting clinico molto chiaro: qui le condizioni ottimali”.

San Camillo

Focus del suo lavoro, data anche la sua esperienza precedente, sono le neuroimmagini e i dati provenienti da elettroencelografia, risonanza magnetica ed elettromiografie, tutte strumentazioni di eccellenza presenti nella struttura lidense.

Ultimato questo anno sabbatico Marinazzo rientrerà a Ghent e riprenderà la sua attività ordinaria ma continuerà a mantenere la collaborazione con il San Camillo. Convinto delle potenzialità della costruzione di reti virtuose tra università e enti di ricerca a livello europeo: “Ho già avviato dei progetti di intership con alcuni studenti di Ghent e di altre università d’Europa, per assicurare continuità alla mia ricerca e la condivisione internazionale delle scoperte”.

La dichiarazione di Mario Bassano

“Siamo orgogliosi – afferma Mario Bassano, amministratore delegato della San Camillo srl – che molti ricercatori, autori di livello, vogliano lavorare per noi. E’ segnale del prestigio internazionale del nostro istituto di ricerca nonchè segnale della potenzialità di far rientrare i nostri migliori cervelli in Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock