green lido

Si è svolto il convegno di presentazione del progetto “Green Lido, l’onda verde di Venezia”, promosso dal Consorzio Venezia e il suo Lido, che punta al rilancio verde dell’isola, grazie ad un turismo “slow” ed esperienziale.

I temi affrontati

A portare i saluti istituzionali alla conferenza c’erano il prosindaco del Lido, Paolo Romor, e l’assessore comunale al Bilancio, Michele Zuin. I diversi interventi – moderati dal giornalista Davide Scalzotto – hanno toccato in particolare i temi della raccolta differenziata e della gestione della mobilità sul territorio veneziano, dei finanziamenti pubblici alla “green mobility”, nonché della strategia regionale per lo sviluppo sostenibile, per concludersi con i mondiali di Cortina 2021, quale esempio di sostenibilità territoriale.

“Fin dal suo insediamento – ha dichiarato il prosindaco Romor – l’Amministrazione si è sentita affiancata dal Consorzio Venezia e il suo Lido e sposa in pieno il concetto di ‘Green Lido’, che inizia a diventare realtà e ha ancora enormi potenzialità da esplorare. Il progetto si integra con la politica del Comune, che ha deciso di puntare sul trasporto a emissioni zero dei mezzi pubblici su ruota”.

Il progetto Green Lido e i suoi obiettivi

Il progetto Green Lido punta proprio al rilancio del Lido cercando di sfruttare le risorse ambientali, economiche e sociali del territorio. I suoi obiettivi sono, oltre alla promozione del patrimonio, lo sviluppo di un network degli operatori turistici e la diffusione della cultura della sostenibilità. Tra gli attori coinvolti il Comune, in qualità di promotore, e le sue aziende partecipate Vela e Avm come partner. E’ stata stilata una Carta per il Lido, che prevede la creazione di un marchio di qualità ambientale, da rilasciare alle aziende che intendono aderire al progetto e che devono attuare un percorso virtuoso che ne certifichi la sostenibilità. Il marchio punta ad attuare la riduzione della produzione dei rifiuti e una corretta raccolta differenziata, il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili, la diffusione di una mobilità sostenibile, la ristorazione a chilometro zero e la promozione di attività all’aria aperta.

Al termine della conferenza il prosindaco Romor ha consegnato a Giovanni Galifi un assegno del Consorzio Venezia e il suo Lido, quale contributo alla campagna di raccolta fondi per la realizzazione di un gommone accessibile per il turismo nautico e la pesca sportiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here