Rotatoria Esso a Musile di Piave: al via i lavori

Sono iniziati ufficialmente lunedì 9 settembre, i lavori di realizzazione della nuova rotatoria “Esso”, l’opera di miglioramento viabilistico realizzata tra via Triestina e via Marconi, all’ingresso del comune situato tra le rive del Piave. All’inaugurazione era presente il sindaco di Musile di Piave, Silvia Susanna, assieme alla giunta, e il vicegovernatore del Veneto, Gianluca Forcolin, in rappresentanza della Regione.

La nuova rotatoria Esso

L’intervento trova spazio nel punto in confluiscono via Marconi e via Verdi sulla statale 14. «Questa nuova rotatoria», ha detto il sindaco di Musile, Silvia Susanna, «è un’opera che rappresenta uno dei tasselli fondamentali del nostro programma elettorale. L’intervento migliora la circolazione in una zona che da anni era in attesa di una riqualificazione, da un lato per la sicurezza stradale, visto che qui si sono verificati in passato diversi incidenti, e dall’altro per dare un’entrata decorosa alla nostra cittadina. Quest’opera si somma all’abbellimento dell’ingresso per chi proviene da Caposile e a quanto accadrà sulla provinciale per chi proviene da Passarella, dove verrà realizzata un’altra rotonda all’altezza dell’ex farmacia Pilla. Ma non ci fermeremo qui, perché altri interventi sono in arrivo per migliorare il nostro comune».

Quella di oggi era una sorta di cerimonia di via libera ai lavori: l’inaugurazione vera e propria avverrà tra circa sei mesi.

L’inizio dei lavori

«Solo con il gioco di squadra arrivano i risultati», ha detto il vicegovernatore del Veneto, Gianluca Forcolin, «e questa importante rotonda ne è un chiaro esempio. Questo progetto parte da un lavoro importante, iniziato anni addietro, ancora ai tempi del mio mandato da sindaco: era il 2007, infatti, quando tra le prime delibere vi era proprio l’intenzione di realizzare questa rotonda. Ora, grazie alla collaborazione di tutti, possiamo finalmente dare il via ai lavori realizzando un’opera che servirà a tutti i fruitori dell’arteria, in un nodo sicuramente centrale del Veneto Orientale e lungo un’arteria trafficata come la statale 14».

Dalla forma allungata, la rotonda ha un diametro esterno di circa 36 m, con una carreggiata stradale interna di 7 metri, oltre a 2 metri di banchina. E’ inoltre prevista la realizzazione di aiuole spartitraffico e la riqualificazione di un’area a parcheggio compresa tra le vie Verdi e Rossini.

Il costo

La spesa per l’intervento, che ammonta a 730mila euro, è in parte sostenuta dalla Regione Veneto, in parte da privati (Supermercato Maxì) e la rimanente a carico del bilancio comunale, con i proventi derivanti dalla violazione del codice della strada e una parte a mutuo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here