La copertina di “Rockstar” di Sfera Ebbasta, l’album più venduto del 2018 secondo la classifica ufficiale FIMI.

Pubblicate da FIMI le classifiche di vendita (e d’ascolto in streaming) del 2018, fra gli album il numero 1 è  “Rockstar” del trapper lombardo Sfera Ebbasta.

“Rockstar” di Sfera Ebbasta è l’album più venduto in Italia nel corso del 2018: lo certifica il consueto report di FIMI basato sui dati registrati aggregando le vendite dei formati fisici e digitali al traffico sulle piattaforme streaming generato dagli abbonamenti a pagamento. Posizione d’onore per Plume, di Irama, seguito da “Fatti sentire” (Laura Pausini), “Playlist” (Salmo) e il “Il ballo della vita” dei Måneskin, unico straniero della top-ten, al decimo posto, ÷ (Divide) di Ed Sheeran.

«La clamorosa affermazione della musica italiana nell’era dello streaming, con una percentuale così elevata anche tra i singoli, conferma una rivoluzione generazionale importante nel nostro Paese», ha commentato il CEO di FIMI, Enzo Mazza: la presenza di ben otto under 30 tra i primi dieci – a suo avviso – è il risultato degli investimenti effettuati dalle case discografiche negli anni della crisi, che hanno prodotto un cambiamento epocale nella musica italiana.

Nella lista dei singoli digitali Amore e capoeira di Takagi & Ketra con Giusy Ferreri e Sean Kingston, ha battuto – nell’ordine – “Perfect” di Ed Sheeran, “Cupido” di Sfera Ebbasta, Tesla di Capo Plaza e “Italiana” di J-Ax & Fedez.

Grande assente il rock, che ai piani alti delle classifiche ci rimane solo se d’annata, d’importazione e nelle graduatorie riservate ai vinili: l’LP più venduto nel 2018 è infatti The dark side of the Moon, pubblicato dai Pink Floyd nel lontano 1973. Secondo posto per un altro disco storico, “Nevermind” dei Nirvana, mentre sul gradino più basso del podio c’è – a sorpresa – il rapper romano Noys Narcos, con Enemy. A seguire ancora i Pink Floyd (“The wall”), Guns N’ Roses (“Appetite for Destruction”) e un terzo album dei Pink Floyd, “Wish you were here”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here