Articoli di Economia e società

Risorgiamo Italia: la protesta di baristi e ristoratori a Venezia

Il sindaco Luigi Brugnaro: "L'Amministrazione si schiera al fianco dei gestori di pubblici esercizi"

Il campanile di San Marco illuminato dalla scritta “Risorgiamo Italia” e una conferenza stampa per ufficializzare l’appoggio dell’Amministazione comunale al flash mob organizzato dagli imprenditori del mondo Ho.Re.Ca e dei locali di pubblico spettacolo in tutta Italia per esplicitare la volontà di tornare “in piena attività”.

Questi alcuni dei momenti salienti dell’iniziativa “Risorgiamo Italia” che si è tenuta stasera anche in uno dei luoghi simbolo di Venezia, piazza San Marco, alla presenza di alcuni dei più noti ristoratori e imprenditori del settore veneziani, tra cui Raffaele Alajmo, Arrigo Cipriani, il presidente di Aepe Venezia Ernesto Pancin e il presidente dell’Associazione Piazza San Marco Claudio Vernier.

Risorgiamo Italia

“Questa è una manifestazione silenziosa e legittima che l’Amministrazione comunale sposa in pieno – ha dichiarato il sindaco Luigi Brugnaro – I gestori di pubblici esercizi sono stati frustrati nelle loro aspettative di apertura. Sosteniamo questo flash mob e chiediamo chiaramente al governo di lasciar perdere i tentennamenti, si ascoltino i sindaci e le Regioni. A Venezia e in Veneto vogliamo riaprire, perché le persone non vogliono vivere di assistenzialismo, vogliono vivere del proprio lavoro. Desiderano tornare ad alzare le saracinesche dei locali rispettando tutte le misure sanitarie necessarie, chi intende far tornare a vivere la città lo deve poter fare. Siamo fiduciosi che il governo capisca, – ha concluso – da Venezia arriva un urlo forte perché dobbiamo poter riprendere in mano la nostra vita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close