Risocializzazione di persone deboli, il Comune di Jesolo ci crede

L’attenzione al sociale si mantiene alta nel Comune di Jesolo. Questo grazie ai molti programmi avviati dall’amministrazione per sostenere quei cittadini e famiglie che più di altri vivono situazioni di difficoltà. Tra i progetti c’è il R.I.A. (Reddito di Inclusione Attiva) avviato nel 2018 nel Comune di Jesolo con un finanziamento della Regione Veneto e dell’amministrazione jesolana. Il progetto è rivolto alla risocializzazione di persone deboli, difficilmente collocabili nel mondo del lavoro per diverse cause, come patologie, formazione insufficiente o età avanzata.

Risocializzazione di persone deboli

A Jesolo è stato attivato il percorso del R.I.A. di sostegno. Il progetto è a volto a favorire la socializzazione o risocializzazione di persone deboli che dimostri la volontà di impegno in un percorso migliorativo, finalizzato a mantenere una dignità di vita. Con uno stanziamento, tra fondi regionali e comunali che a fine febbraio supererà i 30mila euro. Nell’ultimo anno il R.I.A. ha permesso a 23 cittadini in carico ai Servizi Sociali di effettuare attività presso associazioni del territorio in cambio di un contributo. Si tratta di politiche di welfare mirate, per stimolare nuove prospettive nelle persone in difficoltà e promuovere un riavvicinamento al contesto sociale.

L’incontro con le associazioni

Il progetto del Reddito di Inclusione Attiva sarà riproposto nel 2020 con l’obiettivo di raggiungere sempre più persone. Inoltre avrà l’obiettivo di contribuire ad un miglioramento delle loro dinamiche personali e relazionali. Un incontro con le associazioni è in programma per domani sera alle ore 20.00 presso la Sala Rappresentanza per condividere una metodologia che ha un impatto positivo sulla collettività. “La nostra adesione e partecipazione finanziaria al progetto del RIA è parte dei progetti avviati dai Servizi Sociali per sostenere le persone che vivono, per ragioni diverse, condizioni di difficoltà dalle quali riescono ad uscire con le loro sole forze – spiega l’assessore alle Politiche Sociali della città di Jesolo, Roberto Rugolotto.

Uno sguardo al futuro

La positività di questo strumento è che punta a stimolare le capacità delle persone che magari hanno perso fiducia in sé stesse. Punta inoltre ad avere uno sguardo positivo sul futuro per poter ricostruire una dimensione personale e di rapporto con gli altri”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here