Home Notizie Articoli di Cronaca I rifiuti di Venezia sono potenziali risorse energetiche

I rifiuti di Venezia sono potenziali risorse energetiche

442
I rifiuti di Venezia sono potenziali risorse energetiche

Eni, con l’appoggio di Veritas, intende realizzare degli impianti industriali a Porto Marghera per produrre utili risorse dai rifiuti veneziani.

Veritas, la società che gestisce la raccolta ed il trattamento dei rifiuti nei 51 comuni dell’area metropolitana di Venezia, ha sottoscritto con Eni un accordo che consentirà di valorizzare i rifiuti locali trasformandoli in risorse energetiche, con lo scopo di dar vita ad un’economia circolare.

Quest’ultima intende realizzare gli appositi impianti nell’area della bioraffineria a Porto Marghera, quindi a chilometro zero.

Un gruppo di lavoro composto da tecnici qualificati avrà il compito di elaborare studi per la progettazione dei medesimi impianti che alimentati dalle diverse frazioni producano biometano, bio olio e idrogeno.

La convenzione prevede anche che a breve i mezzi dell’azienda vengano alimentati dal carburante Eni Diesel+, prodotto nella bioraffineria Eni di Venezia.

Secondo Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia: “La nostra città sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per essere un virtuoso esempio di cooperazione per lo sviluppo dell’economia circolare: non si butta nulla e dal riciclo si produce ricchezza. Quello che oggi è un costo e un problema, domani diventa un vantaggio.”

Giuseppe Ricci di Eni ha infine elencato i vantaggi che l’economia circolare è in grado di offrire: «Minore consumo di materie prime, minore impatto ambientale, recupero e riciclo di scarti e i rifiuti.”

A suo avviso per recuperare quote sempre maggiori di materie di scarto è necessaria un’evoluzione culturale: in Italia si raccoglie infatti meno del 25% del potenziale, mentre il restante 75% degli oli esausti va disperso nell’ambiente: recuperarli significherebbe quindi quadruplicare la disponibilità di materia prima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here