Radio Venezia Gossip

Ricky Martin è innocente, il nipote ritira le accuse

Il cantante si è definito "devastato" dalla vicenda che lo ha coinvolto con il nipote

E’ stata messa una pietra sopra alla complicata vicenda che ha visto coinvolto Ricky Martin e suo nipote ventunenne, Dennis Yadiel Sanchez.

Sachez aveva accusato il cantante di abusi fisici, psicologici e stalking. A inizio mese era anche riuscito ad ottenere un ordine restrittivo nei confronti dello zio. L’accusatore inizialmente era rimasto anonimo a seguito della legge sulla privacy di Porto Rico, ma poi la sua identità è stata svelata da Eric Martin, uno dei fratelli del cantante.

Ricky Martin

Ricky Martin si è sempre definito estraneo alle vicende. Il suo avvocato, parlando di Dennis Sanchez lo aveva definito come una persona che “soffre di gravi disturbi mentali”.

Ieri, 21 luglio 2022, la prima udienza è stata caratterizzata da un colpo di scena. Sanchez ha infatti ritirato tutte le accuse contro lo zio. Il giudice ha fatto cadere l’ordine restrittivo. In caso di processo Ricky Martin avrebbe rischiato fino a 50 anni di prigione.

L’impatto negativo

Il cantante parlando dell’accaduto si è definito “devastato”. In particolare, la vicenda ha impattato negativamente anche familiari ed amici di Ricky Martin. Parlando del nipote ha dichiarato: “gli auguro il meglio, sperando possa trovare il giusto aiuto per iniziare una nuova vita piena di amore, verità e gioia. Spero non ferirà nessun altro”.

Sollevato dell’esito della vicenda, la popstar ha dichiarato: “La mia terapia? Sarà la musica, non vedo l’ora di tornare sul palco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button