Servizi Sport

Reyer Venezia: la vittoria della squadra femminile contro il Faenza

Ragazzi fermi a causa del covid. Ragazze recuperano le partite con entusiasmo.

Siamo in collegamento con Francesco Rigo per il consueto bilancio del lunedì per il campionato della Reyer. Allora, i ragazzi sono rimasti fermi a causa del Covid. Cominciamo direi con le ragazze.

“Ciao Maria Stella, un saluto a tutti. Si, è stata una bellissima domenica per le campionesse d’Italia che al Taliercio hanno ricevuto e battuto Faenza. Una partita non scontata che le ragazze hanno approcciato bene insieme, giocando con grande coralità e grande voglia di passarsi la palla ed aiutarsi. Alla fine lo scarto è stato anche ampio. Però ottimi segnali da parte di tante giocatrici da parte di tanti assist di squadra, 27 assist totali. Quindi sicuramente un vero spettacolo per i quasi 700 spettatori che sono venuti al Taliercio. Devo dire che nelle ultime partite l’entusiasmo si sta ricreando, perchè purtroppo arriviamo da come sappiamo un momento di poca partecipazione forzata. Però anche per le ragazze sta tornando quell’entusiasmo. Attorno tanti ragazzi e tante famiglie e soprattutto tanti ragazzi che hanno fatto il tifo per gli Orogranata, hanno condiviso questa bella vittoria contro Geas a Taliercio”.

“I ragazzi arrivavano da una partita di Eurolega che era stata disputata ma persa contro Praga, squadra che punta alla vittoria finale. Adesso le ragazze saranno impegnate nei recuperi, perchè purtroppo come abbiamo detto nelle scorse settimane hanno saltato tante partite che desso devono essere giocate e si inizia con mercoledì prossimo con il recupero di gara di Empoli in trasferta”.

“Per quanto riguarda i ragazzi, invece hai detto bene, purtroppo è saltata la partita di Napoli che doveva essere giocata ieri, domenica a mezzogiorno. Purtroppo per problemi di covid della squadra partenopea non si è potuta disputare e verrà recuperata sabato 19 febbraio sempre al PalaBarbuto di Napoli. I ragazzi saranno impegnati anch’essi nella difficile trasferta, ma anche affascinante di Podorica contro i Buducnost e i Montenegro. Una partita di alto livello anche perché si parla della seconda in classifica nel girone Eurocup. Per cui, sicuramente ci sarà da rimanere attaccati alla tv per seguire le nostre squadre.”

Bene, sono molto contenta, soprattutto mi piace che le ragazze della Reyer in qualche modo siano riuscite a concentrare i riflettori su di loro. Mi dispiace, per i ragazzi naturalmente. Ma il fatto che le ragazze stiano andando molto bene e hanno un po’ conquistato la scena tutta loro era anche giusto dopo anni e anni di impegno.

“Sì, sicuramente devo dire che c’è grande empatia verso le giocatrici. Veramente il basket è uno sport molto duro, con il contatto fisico molte volte si cade sul parquet, si prendono un sacco di botte. Devo dire che la grinta e l’amore che hanno per la propria maglia e per il proprio gruppo, credo che crei un’empatia nei confronti dei tifosi per la squadra. La pallacanestro femminile è molto meno spettacolare, perchè non ci sono le schiacciate, non c’è la velocità della pallacanestro maschile però ha tanti contenuti veramente peculiari e non per questo meno interessanti. Credo che l’entusiasmo attorno alla prima squadra femminile sia da ricercare anche nell’empatia che trasmettono queste ragazze”, ha concluso Francesco Rigo ufficio stampa della Reyer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button