Servizi Cronaca

Renzo Mazzaro: il punto sulla vicenda dei magazzini Dal Sasso

C'è una notizia proveniente da Asiago che ha conquistato la ribalta nazionale per l'intera settimana. Ce ne parla Renzo Mazzaro. Il punto della settimana.

“Questa settimana il Veneto ha fatto notizia in mezza Italia per via di una vicenda accaduta ad Asiago, la montagna che tutti i veneti conoscono” ha detto Renzo Mazzaro.

Il negozio ad Asiago

“In centro ad Asiago c’è un negozio storico di abbigliamento, aperto ancora a fine ottocento, i magazzini Dal Sasso, che oggi è gestito dagli ultimi discendenti di questa famiglia storica dell’altopiano. Sono due fratelli, molto anziani, che hanno bisogno di assumere delle commesse e hanno esposto un cartello che dice testualmente: Cercansi commesse diciottenni libere da impegni familiari.

Libere da impegni familiari cosa vuol dire? Che non possono avere fidanzato, marito, magari anche dei figli? E’ una discriminazione che salta subito agli occhi, in totale contrasto non solo con la sensibilità che tutti noi abbiamo acquisito ma anche con lo statuto dei lavoratori, che non sarà vecchio come la famiglia Dal Sasso ma ha sempre 52 anni, è del 1970”.

Indignazione e sanzioni

“La gente passa davanti, legge il cartello, ne parla, i giornali ne scrivono, tutti si indignano… I titolari rispondono con altri cartelli, nel mio negozio assumo chi voglio io, gli stipendi li paghiamo noi e non i sindacati, vergognatevi… con nomi e cognomi

La faccenda è talmente anomala che ne parla mezza Italia, tra ilarità e indignazione, e ieri l’ispettorato del lavoro di Vicenza è intervenuto con un verbale che appioppa 7000 euro di sanzione ai titolari del negozio. Bene ha fatto, pensano tutti”.

Un altro punto di vista

“Ma se provate a entrare nel negozio, avete una sensazione diversa. Trovate questi due anziani, fratello e sorella, due persone malandate e sole. Sono ultraottantenni, lei trascina i piedi, più che fare passi, lui è più arzillo ma si vede che non ce la fanno a mandare avanti il negozio. Eppure sono aggrappati con i denti al lavoro, che li tiene vivi. Si aiutano a vicenda, con tenerezza. Mario e Maria si chiamano.

Lei domanda a Mario dov’è una cosa, e lui risponde: nel settore maglieria cara, e lei si fa largo a fatica in mezzo ai vestiti accatastati. Mettono tristezza, più che indignazione. Sono due superstiti, superati dal tempo e non se accorgono. Anzi, non si rassegnano.

Sarà per contrastare questa vicenda che un’agenzia di informazione ha diffuso la notizia che a Padova c’è un negozio che si vanta di assumere commesse anche se incinte. Vedete, la vita non resta indietro, neanche nei negozi” ha concluso Renzo Mazzaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button