Radio Venezia Gossip

Regina Elisabetta: prima volta col bastone da passeggio

A 95 anni, Sua Maestà sfoggia per la prima volta dall'operazione al ginocchio nel 2004 un bastone da passeggio. Regala ai fotografi qualche sorriso, velato però dagli scandali famigliari.

La regina Elisabetta a 95 anni, è apparsa per la prima volta in pubblico mentre si appoggiava ad un bastone da passeggio.

La monarca inglese, in compagnia della figlia Anna, si è recata ai festeggiamenti del centenario della Royal British Legion, un’ associazione benefica che aiuta i veterani. È stata la prima occasione, in quasi un secolo di vita, in cui vediamo Sua Maestà incedere con passo incerto.

Prima apparizione con il bastone per la regina Elisabetta

Sua Maestà è scesa dall’auto senza bisogno di aiuto, in un completo di cappotto e cappello blu e oro. A sorpresa, però, si è fatta passare un bastone da passeggio, prima di cominciare a camminare al fianco della secondogenita Anna.

Si è trattato della prima volta che utilizza un bastone da passeggio in pubblico, se si esclude il periodo seguito all’intervento chirurgico al ginocchio, nel 2004. Tuttavia la regina è apparsa in ottima forma e di buon umore, regalando qualche discreto sorriso ai fotografi ufficiali.

A metterla sicuramente di cattivo umore, però, ci sono i svariati grattacapi familiari: dagli scandali del figlio Andrea, duca di York, del nipote Harry e la consorte Meghan.

Regali affronti

Dopo avere messo in imbarazzo la regina Elisabetta con la richiesta di battezzare la secondogenita Lilibet Diana a Windsor, i duchi Sussex hanno cambiato idea, ha rivelato il Telegraph. Indiscrezioni suggeriscono che abbiano optato per una cerimonia in California, con il prelato che tenne il sermone al loro matrimonio.

Se la notizia sarà confermata, l’ultima nata in casa Windsor sarà dunque battezzata negli USA e non sarà, quindi, automaticamente membro della chiesa anglicana. Oltre al fatto, già di per sé piuttosto grave, c’è da considerare che Sua Maestà non ha ancora conosciuto la nipotina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button