Articoli di Cultura e Spettacolo

Redentore 2020: confermate le tavolate all’aperto. Come prenotare

La prenotazione degli spazi è riservata ai residenti in centro storico. Massimo 18 ospiti e "plastic-free"

Come anticipato, sarà confermata, sempre nell’obbligo di rispetto della normativa anti Covid-19, la tradizione delle tavolate all’aperto per la notte “famosissima” del Redentore 2020. Le norme che disciplinano il loro allestimento sono state inserite in un’ordinanza firmata dal comandante della Polizia locale, Marco Agostini: la richiesta di occupazione di suolo pubblico, in prossimità della propria residenza, sarà consentita, solo per chi abita in centro storico, dalle ore 18 di sabato 18 luglio previa comunicazione alla Polizia locale entro le ore 12 di venerdì 17 luglio all’indirizzo comando.pm@comune.venezia.it, allegando un apposito modulo (scaricalo da qui) e il proprio documento di identità. Saranno esclusi l’area marciana e riva degli Schiavoni. Al termine della festa, tutto dovrà essere rimosso entro l’una di notte, lasciando lo spazio libero da rifiuti.

Le tavolate non potranno superare le dimensioni di:

  • 10 x 3 metri, per un massimo di 18 posti a sedere;
  • 9 x 3 metri, per un massimo di 16 posti a sedere;
  • 8 x 3 metri, per un massimo di 14 posti a sedere;
  • 7 x 3 metri, per un massimo di 12 posti a sedere;
  • 6 x 3 metri, per un massimo di 10 posti a sedere;
  • 5 x 3 metri, per un massimo di 8 posti a sedere;
  • 4 x 3 metri, per un massimo di 6 posti a sedere.

I partecipanti dovranno rispettare le prescrizioni per il contrasto del Coronavirus, in particolar modo il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, ad eccezione delle persone che, in base alle disposizioni vigenti, sono escluse dal rispetto di questo obbligo. Ogni tavolata dovrà avere a disposizione una soluzione idro-alcolica per la disinfezione delle mani e, tra le occupazioni, dovrà essere garantito uno spazio di almeno un metro e mezzo, in modo da favorire gli spostamenti. Lungo le rive, inoltre, le tavole dovranno essere posizionate lato acqua. L’invito a tutti è di privilegiare l’utilizzo di stoviglie durevoli e/o biodegradabili, così da ridurre l’impronta ambientale e rispettare gli impegni che il Comune di Venezia ha assunto aderendo alla campagna “Plastic free challenge”.

Redentore 2020

Nonostante la cancellazione dello spettacolo pirotecnico, sarà comunque grande animazione diffusa. Il Redentore 2020 entrerà nel vivo ufficialmente venerdì 17 luglio alle ore 20.30 con l’apertura del ponte votivo che collega fondamenta delle Zattere con la Giudecca (entrambe impreziosite dalle luminarie): la struttura rimarrà aperta al pubblico fino alla mezzanotte di domenica 19 luglio. Sabato, dalle ore 19, il Canal Grande e il Bacino di San Marco si trasformeranno in un grande palcoscenico solcato in più momenti da quattro “freschi notturni” che partiranno dalla stazione ferroviaria, toccando Punta della Dogana fino a raggiungere la zona della Giudecca. Proprio per permettere a chi verrà in barca di assistere agli spettacoli, in Canal Grande sarà consentito l’ormeggio lungo le rive pubbliche, garantendo il distanziamento tra i natanti, la distanza a bordo, e la sicurezza della navigazione. Contemporaneamente, ci sarà una serie di concerti diffusi nei vari campi e campielli, in collaborazione con gli esercenti. Verrà inoltre emessa una specifica ordinanza della Capitaneria di Porto che regolerà la presenza di imbarcazioni durante la serata del Redentore in Bacino di San Marco e Canale della Giudecca

Regate

Domenica 19, nel canale della Giudecca, spazio alle tradizionali regate: alle 16 sfida tra giovanissimi su pupparini a 2 remi, alle 16.45 in acqua i pupparini a 2 remi e alle 17.30 “clou” con le gondole a 2 remi. A seguire, la messa votiva nella Chiesa del Redentore, officiata dal patriarca Francesco Moraglia.

In caso di afflusso molto sostenuto la Polizia locale potrà dirottare il traffico pedonale o istituire sensi unici pedonali o, ancora, transennare alcune aree e istituire divieti o obblighi temporanei. Il Comune di Venezia attiverà servizi straordinari di pulizia la notte tra sabato e domenica.

Da venerdì sera fino a domenica, infine, sarà attivata la linea sostitutiva del Ferry San Nicolò – Punta Sabbioni con due corse all’andata e due il pomeriggio per il ritorno. Organizzato anche un ferry straordinario dal Tronchetto fino agli Alberoni riservato a pedoni e ciclisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close