Jesolo: trovati razzi di segnalazione in un cassonetto

Qualche cittadino incosciente ha abbandonato razzi di segnalazione inesplosi in un cassonetto dei rifiuti di Jesolo. I razzi, a causa delle operazioni di svuotamento dei contenitori e delle temperature estive, avrebbero potuto incendiarsi e provocare un’esplosione, causando gravi danni a persone o cose. Veritas, dopo averli recuperati, ha avvisato la Polizia locale di Jesolo.

Razzi di segnalazione nei cassonetti

È l’ennesimo episodio del genere che mette in pericolo l’incolumità degli operatori di Veritas e dei cittadini: i razzi possono esplodere o incendiarsi all’interno dei contenitori dei rifiuti, nei mezzi che li raccolgono o nell’impianto di trattamento.

Veritas ricorda che è assolutamente vietato lasciare in strada o gettare tra i rifiuti, nei cassonetti o nei contenitori per la differenziata razzi, articoli pirotecnici e altri materiali esplosivi.

Rifiuti molto pericolosi

Si tratta di prodotti molto pericolosi: i rifiuti, una volta raccolti, sono triturati meccanicamente e questa operazione può provocare scintille, con evidenti e gravi conseguenze alle persone e alle cose.

Inoltre, gli Ecocentri ed Ecomobili di Veritas non sono autorizzati a ritirare razzi e materiali esplosivi. I venditori di articoli pirotecnici, razzi di segnalazione compresi, hanno l’obbligo di ritirare gratuitamente i materiali scaduti o inutilizzati.

Lo stabilisce il decreto del ministero dell’Ambiente 101/2016. L’articolo 4 dice infatti che “Il distributore di articoli pirotecnici raccoglie gratuitamente quelli inutilizzati, scaduti o non più suscettibili di ulteriore uso per le finalità cui sono destinati e i rifiuti derivanti dal loro utilizzo, consegnati dall’utilizzatore”. Veritas invita i cittadini a rispettare quando previsto dalla normativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here