Jesolo, si era inventato una rapina: denunciato - Televenezia

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Jesolo hanno deferito in stato di libertà un 27enne rumeno, pregiudicato, residente ad Azzano Decimo (PN) per “simulazione di reato”.

Lo stesso, a mezzogiorno di domenica 11 agosto, era ricorso alle cure mediche presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Jesolo riferendo, in primo luogo ai sanitari e successivamente anche ai Carabinieri della locale Stazione, allertati dal “118”, che era stato vittima di una rapina.

I fatti

In particolare aveva denunciato che, alle ore 06.00 circa, in Piazza Brescia nei pressi della ruota panoramica, mentre era fermo a bordo della propria autovettura per far attraversare alcuni pedoni, veniva aggredito da circa 8 ragazzi di etnia nordafricana i quali, dopo averlo percosso, gli asportavano un orologio, un anello in oro con diamante ed un braccialetto che indossava, per poi allontanarsi a piedi per le vie circostanti facendo perdere le tracce.

Le immediate attività di riscontro, avviate dai militari della Stazione Carabinieri di Jesolo, unitamente al Nucleo Operativo della Compagnia di San Donà di Piave, visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza, nonché i successivi accertamenti esperiti su quanto denunciato, hanno da subito fatto emergere incongruenze sull’accaduto sino a quando, messo alle strette dai Carabinieri della Stazione di Jesolo, lo stesso ha ammesso che si era inventato il tutto e che durante tutta la notte aveva festeggiato in varie parti d Jesolo e che alla fine aveva avuto solo una lite per futili motivi con alcuni utenti della strada.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here