Servizi Economia e società

Raccolti: si può risparmiare acqua ed energia

A Lozzo Atestino installato un nuovo impianto di irrigazione moderno e sostenibile

Si chiama PIVOT modello Ippodromo uno degli impianti di irrigazione di ultima generazione. Risparmia l’acqua distribuendola nei raccolti attraverso la tubazione sospesa che scorre sulle colture. Sostenuta da torri, irrora i terreni direttamente evitando la dispersione causata dal vento.

A Lozzo Atestino l’irrigazione dei raccolti diventa sostenibile

Se ne cominciano a vedere nella campagna veneta da qualche tempo. E’ l’impianto di cui si è dotata un’azienda agrituristica di Lozzo Atestino, nel padovano. Il titolare dell’azienda, inoltre, lo ha collegato ai pannelli fotovoltaici che alimentano la sua attività e dunque risparmia anche energia.

Renato Broggiato, titolare agriturismo Molina

“Il risparmio idrico perchè rispetto all’attrezzatura che avevo prima, i rotoloni, non vado a fare sormonti, distribuisco l’acqua in modo ottimale senza essere influito dal vento. Praticamente miglioro la quantità d’acqua per le piante. Mentre per il risparmio energetico sfrutto un impianto fotovoltaico che ho in azienda”.

Nella zona ci sono altre aziende che stanno pensando di virare verso questo tipo di irrigazione sostenibile, con il sostegno del Sindaco.

Luca Ruffin, Sindaco di Lozzo Atestino

“Oggi siamo qui all’inaugurazione di questo impianto a nebulizzazione. All’avanguardia per il risparmio energetico e di acqua. E’ un argomento ricorrente e dovremmo tutti andare avanti per questa strada. Per la nostra comunità ed il nostro comune è motivo di orgoglio essere tra i primi ad avere questi impianti. Che portano ad un beneficio ambientale sicuro”.

Investimenti che richiedono sforzi economici che passano anche attraverso le scelte degli istituti di credito.

Mauro Giuriolo, Presidente Bancadria dei Colli Euganei

“Abbiamo terminato questo impianto e lo faremo con altri investimenti in maniera molto importante. Vogliamo che ci sia un’attenzione massima alla sostenibilità. E’ un nuovo modo di approcciarsi e distribuire del credito per andare a fare un merito e dare un differenziale, un plus, a chi mette in campo nuovi metodi più sostenibili. Nuovi modi di investire che possono sicuramente essere al passo con le nuove esigenze ed i nuovi costi energetici che sono assolutamente impattanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button