Servizi Cronaca

Pusher nigeriani di nuovo in Via Piave: multato un cliente

Torna ad intensificarsi la guerra contro lo spaccio di droga a Mestre. I nigeriani sono tornati in via Piave e si sono alleati con i tunisini che ne avevano preso il posto dopo la grande retata dello scorso anno.

450 euro di sanzione è quanto un 28 enne mestrino dovrà sborsare nelle casse di Ca’ Farsetti dopo essere stato pizzicato in via Piave ad acquistare una dose di eroina da un pusher nigeriano e stare lontano dalla via per 48 ore.

Daspo urbano

Si tratta del primo daspo urbano da quando è stato approvato il regolamento che prende di mira un consumatore locale. La polizia locale che scoperto la fase dello spaccio ha denunciato il pusher nigeriano, daspato ossia interdetto dalla zona i tempi vengono definito caso per caso e poi ha sanzionato anche il compratore. Si tratta di una ragazzo con un lavoro regolare proveniente da una famiglia e non vive particolare disagi sociali e che ha una vita normale.

In questo il daspo nelle intenzioni dell’amministrazione comunale potrebbe avere un effetto deterrente dato che non si tratta di un consumatore abituale al quale non basta certo una multa per guarire dalla tossicodipendenza. Il daspo urbano per i consumatori è stato introdotto proprio perchè l’inchiesta San Michele ha provato che la maggior parte dei clienti erano imprenditori manager di grandi aziende e e giovani della zona dediti ad un consumo occasionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button