Servizi Cronaca

Punto da un calabrone a Fossalta di Piave, i medici riescono a salvarlo

A Fossalta di Piave, un uomo punto da un calabrone, salvo grazie all'intervento tempestivo da parte dei medici dell'ospedale.

A Fossalta di Piave, un uomo punto da un calabrone, è fuori pericolo ora, grazie all’equipe di medici dell’ospedale di San Donà di Piave.

Punto da un calabrone

Silvio Fregonese, 81 anni, ex-sindacalista, di Fossalta di Piave, è stato punto da un calabrone attorno le ore 19.00 del 21 Ottobre. I medici del pronto soccorso di San Donà di Piave, dopo avergli somministrato cortisone e antistaminici, lo hanno dichiarato guarito.

Silvio Fregonese racconta l’accaduto:

Abbiamo incontrato Silvio Fregonese al bar Gift di San Donà di Piave dove ci ha raccontato la sua triste avventura avvenuta mentre aiutava la famiglia a vendemmiare in un campo di Fossalta di Piave:

“Sono stato punto nel mignolo della mano destra, mi trovavo in campagna, dove avevo appena terminato la vendemmia dell’uva. I medici mi hanno spiegato che il calabrone può essere molto pericoloso e queste informazioni mi potranno servire come prevenzione per il futuro. Meglio avere una siringa e del cortisone a portata di mano, che può fermare l’aggravarsi della situazione.

Io sono anche in età avanzata perché ho 81 anni, devo essere più attento e vigile d’ora in poi. Devo essere pronto la prossima volta ad intervenire con le mie mani, e il resto lo faranno i medici.

La mia fortuna è stata avere l’ospedale vicino e mia figlia che mi ha portato subito all’ospedale. Sono entrato quasi morto e sono fortunatamente uscito vivo e che stavo bene.”

Le punture di questi insetti possono quindi essere molto pericolose, soprattutto se si è allergici. Meglio avere in casa sempre del cortisone se si vive in posti o si lavora in ambienti dove è possibile essere punti da questo animale.

L’ospedale di San Donà di Piave si trovava molto vicino all’abitazione del signor Fregonese e questo di certo ha aiutato a salvare la vita dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button