Servizi Economia e società

Proteste degli ambulanti a Spinea: parla la sindaca Vesnaver

Artigiani, ambulanti e piccoli commercialità rischiano di diventare i nuovi poveri e la riorganizzazione dei mercati sta gettando nello sconforto molti piccoli venditori. I sindaci di Mirano Noale e Spinea rassicurano

E’ avvenuta tra le tensioni e le proteste degli ambulanti a Spinea e dei consumatori. La questione sul tappeto negli altri comuni era un’altra: a togliere il sonno agli ambulanti è stato lo spostamento del banco. I sindaci di Mirano e Noale hanno riorganizzato i mercati dividendo il settore alimentare dagli altri, ma così hanno sottratto la postazione dove il commerciante ha appoderato per anni coltivando una propria clientela. GUARDA IL SERVIZIO: Mercato di Mirano si sposta in via Gramsci: protesta dei commercianti

Proteste degli ambulanti

“Siamo rimasti fermi per mesi e temiamo che i nostri clienti non ci trovino più hanno protestato con i primi cittadini gli ambulanti. Il clima tra gli ambulanti è molto teso – ha dichiarato la Confesercenti del Miranese -. In questa situazione già molto critica, in cui si devono fare tanti sacrifici per sperare in una ripresa, lo spostamento del banchetto è statala mazzata finale”.

Per questo l’associazione di categoria ha chiesto di sedersi ad un tavolo e da Noale e Mirano è arrivata la disponibilità a tornare a discuterne. A Spinea invece non è stato spostato nulla e la protesta è sorta soltanto per un rallentamento dell’accesso ai banchi che è sembrato un blocco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close