Servizi Economia e società

Via Canaceo: vogliamo i cassonetti dov’erano

Protesta degli abitanti di via Canaceo nella frazione di Campocroce di Mirano. I cassonetti per l'immondizia sono stati tolti e non più ricollocati al loro posto creando così disagio a circa 70 famiglie, molte con anziani e disabili, che adesso devono fare anche 1 o due km per conferire i loro rifiuti

Protestano gli abitanti nella zona limitrofa a via Canaceo, unico punto vicino dove si potevano trovare tutti i cassonetti per varie immondizie.

“Sono stati tolti per svariate ragioni, dopo un incendio non sono stati più messi al loro posto. Anche per la pericolosità dell’argine della strada che sta cedendo. Ma Siccome ci troviamo in campagna le persone sono costrette a fare anche un chilometro per arrivare al bidone più vicino. Nonostante ciò paghiamo lo stesso il contributo per intero.”

Una zona di campagna, abitata da ottanta famiglie, spesso si tratta di signori anziani, che per spostarsi usano solo bicicletta, qualcuno inizia anche a essere invalido.

Si lamenta la popolazione vista la mancanza da un anno e mezzo dei corretti bidoni per lo smaltimento dei rifiuti e la “comodità” di due chilometri dei più vicini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button