Articoli di Economia e società

Mercato San Michele di Mestre: il nuovo logo. Ora fornito di defibrillatore

Il nuovo stabile per il mercato di Mestre ora dispone anche di un defibrillatore per rendere il posto ancora più sicuro

E’ stato presentato nuovo logo del mercato San Michele di Mestre. L’assessore garantisce sicurezza anche attraverso il nuovo defibrillatore a disposizione.

Mercato San Michele di Mestre

L’assessore comunale al Commercio, Sebastiano Costalonga, ha presentato questa mattina, venerdì 14 maggio, il nuovo logo del mercato San Michele di Mestre. La struttura ricorda la caratteristica copertura in legno dello spazio mercatale e, con la grande lettera M al centro, richiama il Mercato, ma anche la città di Mestre.

La conferenza stampa, che si è svolta proprio in prossimità del mercato coperto, è stata anche l’occasione per consegnare il defibrillatore. Questo è stato donato dall’associazione per il commercio e la microimpresa Goia Fenapi, in collaborazione con gli ambulanti associati del mercato. Per consentire ora agli operatori di utilizzarlo, la Guardia Costiera Ausiliaria e la Società Nazionale di Salvamento terranno loro un corso gratuito.

Il discorso dell’assessore Costalonga

“Il mercato è il cuore pulsante della città e questo logo ne rappresenta la forza e la volontà di ripartenza. Già da domani il logo accompagnerà tutte le iniziative che ci sono in programma, in modo da essere anche un punto di riferimento per i cittadini e per gli operatori del settore. Il mercato infatti è un luogo di scambi e di vita in cui si può stare in tutta sicurezza  all’aperto. Il defibrillatore sarà a disposizione di tutti e renderà il posto ancora più sicuro”.

L’assessore Costalonga ha poi ringraziato tutti coloro che, a vario titolo, in questi mesi di pandemia si sono spesi per il benessere degli altri e per dare modo alle persone di condurre le proprie giornate al meglio nonostante le limitazioni.

“Con questo gesto vogliamo dare un segnale di ripartenza per Venezia e per l’Italia. Il logo darà gambe a nuove idee e nuove iniziative. Grazie a “Fai Centro” il distretto del commercio di Mestre, Gazzera, Zelarino, Marghera e Malcontenta, che avranno come fulcro il commercio ma coinvolgeranno tutta la città”. Ha aggiunto il presidente della Municipalità di Mestre Carpenedo, Raffaele Pasqualetto

Sono intervenuti anche il direttore Sviluppo Mercati e Vendite di Vela, Alberto Bozzo, il presidente di Insula, Nicola Picco, Giampaolo Zane di Cera, Gilberto Marcolin di Goia, Alberto Steffan di Medicasl, il vicepresidente della Guardia Costiera Ausiliaria centro regionale del Veneto Maurizio Moffa e Dino Basso della Società Nazionale di Salvamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button