Presentata la Fiera Campionaria numero 100 di Padova

Il 10 giugno del 1919 a Padova apriva la Fiera di Campioni, prima Campionaria in Italia, coraggiosa avventura che segnava la voglia di rilanciare l’economia distrutta da 4 anni di guerra. Cent’anni dopo, dal 31 maggio al 9 giugno la nuova Fiera di Padova tornata italiana nelle mani di Comune, Provincia e Camera di Commercio di Padova, propone la Campionaria numero 100, un grande evento con 100.000 mq, 1.000 espositori internazionali, 1.000 artisti, 100 ore di spettacoli, 10 padiglioni e una rievocazione storica delle origini, con lo sguardo proiettato sul futuro.

La Fiera Campionaria

La Campionaria del Centenario è stata presentata oggi a Padova nella Loggia Amulea che si affaccia su Prato della Valle, lo stesso luogo sede della prima Campionaria italiana.

La volontà di ripresa c’è tutta, un importante impegno economico è stato avviato assieme all’investimento promozionale e le aziende più rappresentative dei settori espositivi credono fermamente nel rilancio, al punto da voler essere presenti.

Nella Fiera numero 100 ogni padiglione ha al centro un “cuore” che richiama la storia delle origini del settore ospitato. Molti gli elementi di richiamo per il pubblico che, dalle ore 16,30 a mezzanotte nei giorni feriali, e dalle 10 a mezzanotte nei week-end, ha l’ingresso libero al quartiere fieristico, con il pomeriggio di venerdì 31 maggio in più rispetto alle precedenti edizioni.

Mostra ed eventi tutti i giorni

Questi i punti cardine dell’expo padovana. Il grande Salone dell’Auto, con il presente dei concessionari, il passato del primo veicolo a benzina di Enrico Bernardi progettato proprio a Padova e il futuro dell’auto rappresentato da veicoli elettrici e ibridi di ultima generazione; il Pala Ascom dove i commercianti propongono i loro punti di forza incentrando l’attenzione sulla scelta della qualità; Arredamento ed Edilizia con aziende italiane specializzate nelle ristrutturazioni e nelle soluzioni per interni, esterni e giardini e con le Botteghe storiche di Padova; Villaggio dei bambini reso possibile dalla Regione Veneto e dalle associazioni che realizzano una Fattoria didattica; Food e Turismo con prodotti enogastronomici territoriali, da tutta Italia, da Argentina, Spagna, Cuba, Messico e con le migliori proposte turistiche del Belpaese e internazionali; Shopping e Bellezza con tanti articoli per la bellezza e la salute del corpo e idee regalo dell’artigianato italiano e del mondo; un padiglione dedicato allo Sport che propone attività interne ed esterne sul palco; il contenitore di spettacoli al Padiglione 11 con 500 posti a sedere e nei palchi all’esterno, per gli show di Sceniko, per Guitar Party e Piano Expo; Giochi, Fumetto, Videogiochi con la partecipazione di fumetterie, con giochi da tavolo, videogames e con la colorata presenza di Cosplayer a cui si uniscono con le idee innovative della 29^ edizione dell’Inventor Show.

Un grande palco nel viale centrale della Fiera ed altri 5 tra palchi e postazioni nei padiglioni e all’aperto completano l’offerta degli spettacoli, mentre sulla terrazza del ristorante Marcopolo le serate di aperitivi e 20 ristoranti outdoor e indoor assicurano ai visitatori un’offerta enogastronomica costante e di qualità: cibo, spettacoli e ingresso libero suggeriscono al pubblico la possibilità di tornare più volte a vedere la Fiera.

Il Centenario dell’antesignana di tutte le fiere italiane e tra le prime nate in Europa, viene raccontato nel padiglione 3 con immagini e prodotti che rievocano i dieci decenni che ci separano dalle origini della prima Campionaria, mentre nel 2 si susseguono le suggestioni che fanno conoscere gli sviluppi futuri della ricerca scientifica e dei progetti di mobilità urbana che partono proprio dal mondo accademico e imprenditoriale di Padova.

Padova, la sua Fiera e un secolo di storia da scoprire

Un racconto per immagini ci permette di scoprire le atmosfere, le conquiste e le evoluzioni che hanno caratterizzato la storia di Padova e della sua Fiera nel corso dell’ultimo secolo.

La mostra ripercorre la storia della città dai primi anni del Novecento a oggi, aiutandoci a rivivere le atmosfere della belle époque, gli anni difficili della guerra, quelli travolgenti del boom economico fino ad arrivare alla rivoluzione tecnologica e alle nuove sfide che caratterizzano il mondo contemporaneo. I vari pannelli, suddivisi per decenni, ripercorrono un secolo di storia padovana, raccontando le vicende che hanno coinvolto la città e il suo quartiere fieristico, due realtà cresciute in parallelo e da sempre capaci di influenzarsi, appoggiarsi e sostenersi a vicenda.

Orari – Ingresso libero

Aperta al pubblico con ingresso libero da venerdì 31 maggio (nei feriali apre alle ore 16,30) a domenica 9 giugno (sabato e domenica apre alle ore 10): tutti i giorni fino a mezzanotte. Accesso dai padiglioni 2- 7- 8- 15 e ingresso principale. Sono ammessi cani di piccola taglia tenuti a guinzaglio e, su richiesta, con museruola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here