Servizi Salute e benessere

Portogruaro: i neurologi premiati per cura tempestiva dell’Ictus

Portogruaro: il reparto Stroke Unit dell'ospedale San Tommaso dei Battuti è stato insignito con il premio ESO Angels Awards

A Portogruaro si muore meno di ictus rispetto ad altre aziende sanitarie. Il reparto Stroke Unit dell’ospedale San Tommaso dei Battuti è stato insignito con il premio ESO Angels Awards

Il premio al reparto Stroke Unit

Per la diminuzione delle morti per ictus a Portogruaro, il reparto Stroke Unit dell’ospedale San Tommaso dei Battuti vince il premio ESO Angels Awards. Questo riconoscimento internazionale è stato istituito per migliorare lo standard del trattamento dell’ictus ischemico a livello europeo.

A far scattare la gratificazione sono stati i tempi più veloci della media con cui i neurologi della divisione dell’Ulss 4 riescono ad iniettare il farmaco al paziente dopo il ricovero.

L’intervento del Dott. Antonio Baldi

“Uno dei parametri fondamentali nel trattamento e nella gestione dell’ictus in fase acuta è la somministrazione tempestiva del farmaco fibrinolitico. Su questo, i tempi soprattutto intraospedalieri, cioè di quando il paziente varca la soglia del Pronto Soccorso fino a quando non viene somministrata la terapia endovena. Il risultato è tra i più bassi rispetto alla media nazionale e mondiale”

I dati che hanno portato alla conquista del premio

La conseguenza più evidente si è vista nei numeri della mortalità che si è attestata nell’ultimo anno sul 3,8% contro una media nazionale del 10% e del 5 e 7% della stessa Ulss. Un reparto che non si è arreso durante l’emergenza Covid e che, anzi, ha accolto il 25% in più di pazienti da curare rispetto al 2019. L’efficienza dell’équipe della Stroke Unit è frutto di capacità, professionalità, investimenti e soprattutto gioco di squadra, anche con il reparto del Pronto Soccorso.

Antonio Baldi continua dicendo: “Nel corso del 2020, in piena emergenza pandemica, siamo riusciti ad incrementare il numero di pazienti sottoposti ad un trattamento specifico per l’ictus ischemico, incrementando del 25% il numero di trombolisi sistemiche rispetto al 2019”.

Dott. Luca Valentinis: “Lavoro di squadra”

L’efficienza dell’équipe della Stroke Unit è frutto di capacità, professionalità, investimenti e soprattutto gioco di squadra, anche con il reparto del Pronto Soccorso. Dott. Luca Valentinis: “Questo premio è frutto di uno sforzo ingente che l’azienda ha portato avanti negli ultimi 20 anni. Questo per garantire un’elevata qualità all’assistenza dei pazienti colpiti da ictus. Ci sono stati anche con investimenti economici importanti.

Nel caso dell’ospedale di Portogruaro, la rapidità della gestione intraospedaliera è frutto di un lavoro di squadra. Questa collaborazione viene portata avanti nel corso degli anni. Vede coinvolti non solo i neurologi e gli infermieri della Stroke Unit, ma anche i medici e gli infermieri del Pronto soccorso e i dottori e i tecnici di laboratorio e di radiologia. Dividiamo simbolicamente il premio con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button