Servizi Economia e società

Polveri sottili: scatta l’allarme rosso nel Miranese

Polveri sottili, scatta il codice rosso nel Miranese e nella Riviera del Brenta mai registrata un'aria così sporca e a Venezia permane il codice arancione

Allerta rossa da oggi a Mirano, Noale, Dolo, Pianiga, Camponogara, Fiesso d’Artico, Fossò, Vigonovo, Stra e Campolongo Maggiore per la concentrazione di polveri sottili nell’aria. Per 10 giorni di fila, infatti, i livelli di Pm10 si sono assestati sopra il limite di 50 µg/m3. Per la prima volta nel corso di questo inverno, quindi, nel Miranese, ma anche in Riviera, la situazione di aria irrespirabile è diventata cronica.

Polveri sottili

Un allarme che dovrebbe scendere nei prossimi giorni in cui si attende un abbassamento delle temperature, precipitazioni e vento, ma i meteorologi invitano ad essere prudenti.

Intanto però  le condizioni meteorologiche resteranno pressoché invariate e quindi ancora favorevoli al ristagno delle polveri sottili. Inoltre, l’area di bassa pressione in arrivo da nord-ovest interesserà marginalmente il Veneto con precipitazioni trascurabili.

L’aria

L’aria rimane relativamente più respirabile invece a Venezia e San Donà dove persiste da giorni l’allarme arancione almeno fino al prossimo bollettino Arpav, previsto per giovedì 6 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button