Beppe Carletti e i Nomadi: sabato 11 luglio il primo concerto post-Covid

Protagonista della domenica di Radio Venezia è stato un altro grande nome del mondo della musica italiana. Giuseppe “Beppe” Carletti, leader e unico membro stabile dei Nomadi è stato intervistato da Oscar Cacace nel programma radiofonico “Jump”. Partendo dai temi della quotidianità che toccano tutti noi, come l’emergenza Covid-19 e il lockdown, la conversazione si è spostata sulla musica, le attività e i futuri programmi del gruppo italiano.

Beppe Carletti e il lockdown

Si tratta di una situazione che ha accomunato tutti gli italiani: Giuseppe, amichevolmente “Beppe”, Carletti racconta di aver trascorso il lockdown un po’ come tutti, tra videochiamate, momenti di riflessione ma soprattutto dedicandosi alla musica che ha il vantaggio di essere una passione che può essere praticata e apprezzata nonostante le restrizioni.

Sabato 11 luglio il primo concerto

Nonostante la passione per la musica non abbia ne luoghi ne confini l’emozione di praticarla da vivo rimane comunque qualcosa di unico e inaspettato. Il primo concerto dopo il periodo di lockdown è fissato per l’11 luglio a Carmignano di Brenta, mentre, rivela Carletti, non sono in programma uscite discografiche entro breve.

Il film sulla carriera

Atteso dai fan è il film sulla carriera dei Nomadi. Si tratterebbe del  racconto di una storia lunga oltre mezzo secolo, a cui si aggiungono traguardi importanti come le 330 canzoni, gli 83 album e numerosi avvenimenti, forse non ancora condivisi con il pubblico. Tuttavia il progetto sembra essere ancora in via di definizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button