Articoli di Economia e società

PM10, i livelli sono calati a Venezia: previsto un nuovo aumento

A seguito del rilascio del bollettino Arpav che conferma lo stato di Allerta Arancione di livello 1, nel comune di Venezia saranno in vigore, a partire dal 13 gennaio, misure di limitazione alla circolazione veicolare.

L’osservatorio regionale della qualità dell’aria Arpav ha emesso oggi un bollettino che conferma il mantenimento del livello 1 “Arancione”. Questo si attua con quattro giorni consecutivi di superamento del valore limite consentito per il PM10 di 50 microgrammi/m3. Pertanto nel Comune di Venezia da oggi, lunedì 13 gennaio, e fino a nuova comunicazione, entreranno in vigore le misure di limitazione alla circolazione veicolare per il contenimento degli inquinanti atmosferici previste. Polveri sottili: alcuni utili accorgimenti

Le limitazioni

Nello specifico il livello 1 “Arancio” vieta la circolazione di ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi. Il divieto permane per tutti i giorni della settimana, compresi quindi anche sabato e domenica, dalle ore 8.30 alle ore 18.30. A questi si aggiungono autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4. Vietata la circolazione anche ai veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3. Per quanto riguarda l’utilizzo degli impianti termici e delle combustioni, in questi giorni sarà vietato utilizzare impianti termici a biomassa di classe inferiore alle 3 stelle. Sarà inoltre vietato effettuare combustioni all’aperto.

Durata del divieto

Si ricorda inoltre che non è possibile, in livello arancione, effettuare lo spandimento di liquami zootecnici. Questo in quanto essi rilasciano composti azotati precursori della formazione di polveri sottili in atmosfera. Il divieto sarà valido fino al prossimo giorno di controllo previsto per giovedì prossimo.

PM10

Il nuovo bollettino Arpav segnalerà quindi se mantenere il livello 1, se passare a livello 2 (cosa molto probabile visto il perdurare delle condizioni meteo sfavorevoli alla dispersione degli inquinanti in atmosfera) o se retrocedere a livello 0 “Verde”. Ciò sarà possibile se le concentrazioni di PM10 presenti in atmosfera saranno rientrate al di sotto della soglia dei 50 microgrammi/m3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close