Articoli di Economia e società

Plateatici gratuiti fino a fine anno nel comune di Venezia

La Giunta approva l'esenzione. L'assessore Zuin: "Continuiamo a dimostrare con i fatti di volere una Venezia viva, attraente e ospitale"

La Giunta comunale, riunitasi oggi in web conference, ha approvato la delibera che estende fino a fine anno l’esenzione dal pagamento della COSAP per i plateatici.

I plateatici

“Da subito – commenta l’assessore al Bilancio Michele Zuin – avevamo accantonato le risorse per marzo e aprile, mesi nei quali è stato disposto il lockdown delle attività, poi il decreto legge ‘Rilancio’, pubblicato martedì scorso in Gazzetta Ufficiale, ha esteso il periodo da maggio a ottobre, pur non prevedendo il completo rimborso del mancato gettito al Comune per quei 6 mesi. Con questa delibera, abbiamo voluto rendere i plateatici gratuiti anche per i mesi di novembre e dicembre, nonostante il difficile momento per i bilanci comunali, prevedendo la copertura di 1,8 milioni di euro”.

Approvata l’esenzione

“In questo modo diamo la certezza di non dover pagare alcun euro per l’occupazione di suolo pubblico fino a fine anno – continua l’assessore – Non solo, con questa delibera abbiamo disposto la gratuità del plateatico anche per l’estensione facoltativa del 50% che la Giunta ha concesso per poter rispettare le vigenti regole sul distanziamento. Stessa regola anche per le nuove concessioni temporanee – conclude – un gesto concreto di sostegno a tutti coloro che hanno attività di somministrazione di alimenti e bevande e che fungono da volano per l’intera filiera turistica”.

Il commento dei sindaco Brugnaro

“Oggi chi viene a Venezia la trova in un momento magico, straordinario, irripetibile – spiega il sindaco Luigi Brugnaro – Tuttavia spero di non vederla mai più così vuota: ecco perché vi invito a venirla a visitare nelle prossime settimane. Abbiamo allargato i plateatici e li abbiamo resi gratuiti per rivitalizzare la città, recuperando il piacere di stare all’aria aperta, e invitare le persone a venire a scoprire angoli ancora sconosciuti, sempre nel rispetto delle regole di contenimento dell’epidemia di Covid-19″.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button