Paura a Mestre tra chi prende il tram soprattutto la sera. Da tre giorni i vandali hanno preso di mira i vetri del biscione rosso. Si teme ci scappi il morto.

Ancora sassi contro il vetro del tram. I vandali hanno colpito per la terza volta consecutiva e cominciano ad ottenere quello che forse si sono prefissati ossia di terrorizzare i passeggeri per combattere la noia.

I teppisti non si fermano

Preso di mira per la terza sera di fila il tram a Mestre. I nuovi episodi, due in tutto, sono stati registrati attorno alle 21, all’altezza della fermata Boerio. Nessun vetro infranto, questa volta, ma tanta paura per il conducente del “siluro rosso”: l’oggetto usato dai vandali – qualunque esso sia, non ci sono ancora effettivi riscontri – ha infatti raggiunto a gran velocità il vetro della cabina di comando, scheggiandone il vetro.

La preoccupazione dei cittadini

I cittadini cominciano ad essere impauriti. Polizia, Municipale e personale Actv in sopralluogo. Nei pendolari si è instaurato un profondo senso di inquietudine, specie per quelli soliti usufruire del tram in orario serale.

La preoccupazione dei cittadini comincia a serpeggiare anche sui social network. Tra lavoratori che rientrano tardi da lavoro, ma anche famiglie che usano abitualmente i mezzi pubblici per tornare a casa. «Io muoio lì – si legge – prendo spesso il tram con mia figlia, anche tardi»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here