Servizi Cultura e spettacolo

Paolo Uccello a Palazzo Cini: San Giorgio e il Drago

Il dipinto di Paolo Uccello è un motivo in più per ammirare la raffinata galleria di Palazzo Cini a Venezia, dove sono conservati svariati capolavori della pittura toscana e ferrarese.

Un ospite strabiliante attende i visitatori a Palazzo Cini: un dipinto di Paolo Uccello raffigurante San Giorgio e il Drago. L’opera di proprietà del museo Jacquemart-André di Parigi è stata prestata in reciproco scambio per il Giudizio di Paride di Botticelli.

Fondazione Cini

Alla festa di compleanno della Fondazione Cini gli invitati d’onore sono San Giorgio e il Drago e non poteva essere altrimenti visto che proprio queste due figure sono l’emblema della Fondazione veneziana arrivata a quota 70. Con tutto il loro alone leggendario e fiabesco i due personaggi, più una principessa di rappresentanza, abiteranno fino al 31 ottobre le “wunderkammere” di palazzo Cini a San Vio.

Paolo Uccello

L’autore del dipinto è il misterioso quanto affascinante pittore quattrocentesco Paolo Uccello e la piccola tavola 52 cm x 90 , realizzata forse per un cassone o la testiera di un letto, viene da uno dei più bei musei parigini, il Jacquemart-André con il quale palazzo Cini ha avviato un felice relazione, di scambi.

San Giorgio e il Drago dipinto giovanile del fiorentino Paolo Uccello arricchisce dunque la già nutrita collezione di pittori toscani e ferraresi della casa museo di palazzo Cini a San Vio.

Luca Massimo Barbero

L’idea di Luca Massimo Barbero, direttore dell’istituto di storia dell’arte della Fondazione Giorgio Cini è quella di portare a Venezia capolavori mai visti primi, senza bisogno di far viaggiare fisicamente le persone.

Meglio se a spostarsi sono le opere, messaggere di cultura: e mentre San Giorgio e il Drago hanno lasciato le rive della senna per approdare in laguna, il giudizio di paride di botticelli ha preso il volo Venezia Parigi.

Palazzo Cini, Dorsoduro 864 è aperto il venerdì, sabato e domenica dalle 12 alle 20 (ultimo ingresso ore 19.15)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button