Servizi Cultura e spettacolo

Paolo Manfredi: una provincia moderna vincerà la crisi

Si chiama “Provincia non periferia. Innovare le diversità italiane” il nuovo libro di Paolo Manfredi che racconta la crisi della provincia italiana. Un problema che tocca tutto il Paese e che reclama una soluzione rapida per invertire il declino. La presentazione a Palazzo Santo Stefano, sede della Provincia di Padova.

L’innovazione parte dalle grandi città, ma in realtà tutto quello che ruota attorno dipende anche molto dal territorio provinciale. Il libro “Provincia non periferia” di Paolo Manfredi vuole riscoprirlo e portarlo a una rinascita. L’innovazione tecnologica è la potenza che può essere messa in campo per dare delle risposte importanti che il tessuto produttivo e manifatturiero, e anche i cittadini, si stanno aspettando.

Innovazione: un atto positivo

In realtà, quello che ci si aspetta non è tanto l’innovazione ma l’atto positivo che l’innovazione può dare. Il libro di Paolo Manfredi ci illumina non soltanto sull’importanza dell’innovazione, ma anche sull’importanza del ruolo della pubblica amministrazione nel guidare questi importanti processi. La provincia rappresenta il polmone di creatività, capacità produttiva, gusto, che sono stati fondamentali per l’identità del nostro paese e per la sua capacità di produrre valore e di creare PIL e lavoro.

La crisi della provincia

Oggi la provincia è in crisi perché è in crisi un modello di organizzazione alternativo e al di fuori dei grandi centri urbani. Dall’altra parte, in Italia sono venuti meno negli ultimi anni tutti quei presidi di governo del territorio che avrebbero permesso di aggiustare il tiro e di trovare nuove idee e nuovi strumenti per rispondere alla crisi. “E’ dunque giusto che i territori provinciali ripensino il proprio ruolo, alla luce dei grandi cambiamenti, innanzitutto quello delle tecnologie digitali” – afferma lo scrittore Paolo Manfredi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button