Articoli di Economia e società

Pane in piazza: una trentina di maestri panificatori in arrivo da tutta Italia

Sabato 25 e domenica 26, dimostrazioni pratiche, confronti e laboratori per i più giovani tornano a raccontarci il pane

L’iniziativa Pane in Piazza, torna a Mestre sabato 25 e domenica 26, tra Piazza Ferretto e l’M9, inserita nel quadro delle celebrazioni per i 1.600 anni della città di Venezia, ospiterà per l’occasione la scultura “Pane nel mondo”.
Questa arriva da Milano, ed è realizzata dai panificatori lombardi.

Solitamente è in mostra al pubblico nei pressi del duomo meneghino. La manifestazione è promossa da Confcommercio Mestre con l’Associazione dei Panificatori di Venezia e provincia, in collaborazione col Comune di Venezia, Vela, Camera di commercio e Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia.

Pane in Piazza

Il centro di Mestre ospiterà una trentina di maestri panificatori provenienti da tutta Italia, all’opera in un vero e proprio forno di panificazione, col supporto degli allievi dell’Istituto Berna di Mestre. Per due giorni saranno sfornati pane, dolci e ogni prodotto da forno da gustare sul posto e portare a casa con un piccolo contributo. Il ricavato sarà in parte devoluto in beneficenza come ogni anni, per questa edizione è stata scelta l’associazione  ANFFAS, a sostegno delle famiglie di persona con disabilità.

“Pane in Piazza” prevede anche quest’anno la presenza di laboratori didattici per bambini. Saranno aperti dalle 16 alle 19 di sabato, e dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18 di domenica.

Il panel “Pane nelle religioni”

In programma per sabato, dalle 17 alle 19, nel chiostro del Museo M9, si terrà “Pane nelle religioni”, il convegno intitolato “Dialogo tra esponenti delle confessioni cristiane sul valore sacro e sociale del pane nei 1600 anni di storia e… di futuro della comunità di Venezia”.

Sono previsti i saluti di: Michele Bugliesi, presidente di Fondazione di Venezia e Fondazione M9; Massimo Gorghetto, presidente di Confcommercio Mestre e dell’Associazione Panificatori di Venezia e provincia; Simone Venturini, assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia;  Massimo Zanon, presidente della Camera di Commercio e di Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia; Roberto Capello, presidente di Fippa, Federazione Panificatori, Pasticceri e affini.

Seguirà una conversazione tra gli esponenti delle comunità religiose che hanno partecipato da protagoniste alla storia di Venezia. La Chiesa cattolica sarà rappresentata dal patriarca monsignor Francesco Moraglia. La Chiesa greco ortodossa vedrà presente l’Archimandrita padre Athenagoras Fasiolo, vicario della sacra diocesi di Italia e Malta. Per la Congregazione degli armeni mekhitaristi, invece, ci sarà padre Hamazasp vartabed Kechichian, vicario abbaziale di San Lazzaro degli Armeni. Il moderatore sarà Francesco Antonich, vicedirettore di Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia.

Domenica, infine, alle ore 11.30 nel duomo di San Lorenzo, in piazza Ferretto, è in programma la solenne messa con la benedizione del pane.

Pane in piazza: un’occasione per scoprire, degustare, riflettere

“Pane in piazza – spiega Massimo Gorghetto, presidente di Confcommercio Mestre – è diventato un appuntamento fisso di fine estate per Mestre. È l’occasione per conoscere dal vivo tanti maestri panificatori provenienti da tutta Italia, vedendoli al lavoro con la loro e scoprendo i segreti del mestiere.

Ma è anche l’occasione per riflettere attorno a quello che è il cibo per antonomasia, con un convegno di altissimo livello e un panel di relatori di prestigio, qual è “Pane nelle religioni”. In piazza Ferretto sarà esposta, inoltre, la scultura ‘Pane nel mondo’, in arrivo da Milano. È un’opera che dice l’universalità del pane e il dovere di garantire l’alimentazione in tutto il pianeta. Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button