Mostre a Venezia

Osvaldo Licini alla Guggenheim di Venezia

A 60 anni dalla morte di Osvaldo Licini, una mostra alla Guggenheim sta ospitando oltre cento opere che saranno disponibili fino al 14 gennaio.

Undici sale espositive, oltre cento opere ripercorrono il dirompente quanto tormentato percorso artistico di Osvaldo Licini (1894–1958).

Nato nel piccolo comune marchigiano di Monte Vidon Corrado, il pittore fu l’indiscusso protagonista del modernismo italiano e internazionale.

L’arte in questione era per quella dei colori e dei segni, questi ultimi in grado di esprimere forza, volontà, idee e la magia.

Pochi mesi prima della sua scomparsa la Biennale di Venezia del 1958 gli aveva non a caso conferito il Gran premio internazionale per la pittura.

A 60 anni esatti da quel prestigioso riconoscimento, il museo gli sta dedicando una grande retrospettiva a cura di Luca Massimo Barbero.

La mostra “Osvaldo Licini. Che un vento di follia totale mi sollevi” è stata inaugurata lo scorso mese (il 22 settembre) e proseguirà fino al 14 gennaio 2019.

L’ingresso è gratuito per i bambini dagli 0 ai 10 anni, a pagamento per gli studenti (9 euro) e gli adulti (15 euro, 13 per gli over 65).

Si ricorda che la Collezione Peggy Guggenheim di Palazzo Venier è chiusa il martedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button