Ospedale di Portogruaro: nuova organizzazione ai percorsi d'accesso ai prelievi

Da qualche tempo gli utenti che devono effettuare un esame di laboratorio all’ospedale di Portogruaro non devono più effettuare l’accettazione per il prelievo al laboratorio stesso ma al CUP con contestuale pagamento, ove previsto, del ticket. Ebbene dopo il primo avvio, che ha registrato qualche comprensibile difficoltà dovuta all’assestamento e all’ottimizzazione della novità, i risultati per l’utenza oggi sono positivi.

Consultando il sistema ordina code, e calcolando la media giornaliera, emerge infatti che l’attesa per le persone con richiesta di esame ordinario (lettera N) è passata da 55 ai 35 minuti della nuova organizzazione, ossia una riduzione dell’attesa di 20 minuti. Per le persone con richiesta di esame di laboratorio prioritaria (lettera J) i tempi d’attesa sono passati da 24 a 18 minuti. Per quanto riguarda le altre tipologie di richiesta di esame di laboratorio, P (Prenotato), Q (solo consegna materiale), L (libera professione) i tempi sono ridotti al minimo (circa 10 min.).

La nuova organizzazione

La nuova organizzazione consente inoltre agli utenti di evitare code in piedi considerata l’ampia disponibilità di sedie nell’area CUP, mette a disposizione 5 sportelli del CUP per l’accettazione (in precedenza erano 3), e ha generato uno sviluppo più lineare del sistema caratterizzato ora da tre passaggi fondamentali per l’utenza: accettazione, etichettatura e prelievo.

“Se oggi possiamo raccogliere questi frutti è merito della nuova organizzazione supportata però dall’ottimo lavoro di squadra compiuto dal personale di laboratorio, da personale del CUP, infermieristico, e dal prezioso aiuto dei volontari nel dare supporto informativo agli utenti – spiega il direttore generale dell’Ulss 4, Carlo Bramezza – . Tuttavia non ci fermiamo qui perché ci sono ancora altri margini di miglioramento per questo servizio, come ad esempio nella logistica e nella gestione dei picchi di flusso che, pur essendo migliorati rispetto alla precedente organizzazione, determinano ancora alcuni disagi all’utenza”.

Ospedale di Portogruaro

La rete laboratorio di Portogruaro si avvale dunque anche della preziosa collaborazione e dal lavoro dei volontari che in ospedale supportano gli utenti al totem e li indirizzano verso le giuste code a seconda delle necessità; sempre l’aiuto di volontari è prezioso anche nello svolgimento delle attività nei punti prelievo periferici in tutto il portogruarese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here