Articoli di Salute e benessere

Ospedale di Dolo: inaugurato il nuovo reparto di urologia

Un Reparto di Urologia completamente ristrutturato. Edgardo Contato: "Il tempo dell'emergenza è chiuso"

Un Reparto di Urologia completamente ristrutturato, restituito all’Ospedale di Dolo perché torni a garantire quei 600 interventi chirurgici e quelle 8mila prestazioni ambulatoriali a cui si era giunti prima dell’emergenza Covid19. Inaugurato oggi, con un sopralluogo, l’Assessore Manuela Lanzarin e il Direttore Generale dell’Ulss 3 Serenissima Edgardo Contato.

Il commento dell’assessore Lanzarin

“Sono qui, in questo giorno di ripartenza – ha detto l’Assessessore Lanzarin, apprestandoti al taglio del nastro avvenuto stamattina – anche e prima di tutto per ringraziare questo Ospedale e i suoi operatori sanitari. Ricordo bene il ruolo svolto da questo presidio nella stagione iniziale del Covid19, e ricordo il giorno in cui ho dovuto telefonare al Sindaco di Dolo e agli altri Sindaci nel cui territorio si istituiva un Covid Hospital.

Per questo per me è ancora più importante essere presente e celebrare, a nome della Regione del Veneto e personalmente, questo Reparto nuovo, che è il segno di rilancio dell’attività dell’Ospedale. Si tratta di un riavvio, di un felice riavvio che riguarda questo Ospedale, ma che deve riguardare il territorio intero, con la costruzione di quella rete di strutture di sanità diffusa a cui stiamo lavorando alacremente”.

La riapertura del reparto

Il Direttore Generale Contato ha evidenziato per parte sua come la riapertura dell’attività del Reparto segni per l’Ospedale di Dolo un nuovo passo in uscita dal lunghissimo periodo segnato dalla pandemia.

“Vorrei sottolineare due percorsi concreti – ha detto – che sono resi evidenti da quanto avviene oggi qui nel nuovo Reparto. Fra poche ore quest’ala completamente ristrutturata ospiterà i degenti. Ricomincia così l’attività di cura e assistenza in un Reparto completamente ristrutturato secondo i più moderni standard.

Questo è il segno chiaro che l’Ospedale di Dolo si mette alle spalle un periodo difficile. Ha avuto un compito particolare: nel ruolo di Covid Hospital della nostra Azienda sanitaria questo Ospedale, fatto di ambienti e di professionisti. Ha faticato, si è distinto, ha guadagnato la gratitudine della cittadinanza e dell’Ulss 3 Serenissima, e ora si mette alle spalle questa parentesi purtroppo lunga”.

“Il secondo percorso che voglio evidenziare, però – ha continuato il Direttore Contato – è quello degli ultimi mesi: affrontando l’ultima pesante ondata, l’Ulss 3 Serenissima ha mantenuto verso questo Ospedale l’impegno a non chiedergli il sacrificio ulteriore di trasformarsi di nuovo in Ospedale Covid. Abbiamo mantenuto la promessa, e quello di Dolo è già da mesi un Ospedale che, pur garantendo la risposta per i propri malati Covid, ha ripreso pienamente il ruolo di presidio del territorio. Ed è pronto a svolgere sempre meglio questo suo ruolo ritrovato: lo confermano la nuova Urologia oggi, il nuovo Pronto Soccorso a breve, e 40 milioni di investimenti già sul tavolo per accompagnare il suo ammodernamento”.

Il commento del sindaco Naletto

A celebrare il “ritorno” del Reparto di Urologia a Dolo anche il Sindaco della cittadina.

“Oggi si concretizza e si rinnova un patto – ha detto Gianluigi Naletto – che ci ha portato ad un cambio di passo, concreto, fattivo. La presenza dell’Assessore testimonia il lavoro concreto e l’attenzione delle istituzioni regionali, che non mancano, anche se qualcuno sembra non voler vedere o guardare sempre indietro, di fornire le risposte di cui il territorio ha bisogno. L’Ospedale è il centro di un territorio, un punto di riferimento; e la rinascita dell’Ospedale cittadino, con la sua storia e la sua eccellenza, è un punto fermo da cui tutta la comunità guarda perché si possa ripartire tutti insieme”.

Caratteristiche del reparto

10 stanze doppie e 2 singole, tutte con bagno; un bagno assistito; una postazione Coordinatore/segreteria di Reparto; una sala d’attesa di reparto interna; un’area infermieristica di preparazione farmaci; uno studio di refertazione per medici; un Ambulatorio di reparto; un deposito sporco e uno pulito ed esternamente; una sala d’attesa; una segreteria accettazione ricoveri

L’Unità Operativa, prima dell’inevitabile calo di attività legato all’emergenza Covid, garantiva circa 8000 prestazioni ambulatoriali e 600 interventi chirurgici l’anno (dato 2019). L’attività dell’Urologia era stata trasferita all’Ospedale di Mirano e nel pomeriggio di oggi riprende nel nuovo Reparto.

Ospedale di Dolo

L’Ospedale di Dolo è la struttura ospedaliera che, insieme all’ospedale di Mirano, compone il Presidio Ospedaliero “Dolo-Mirano”, Presidio Ospedaliero Spoke. La struttura ospedaliera di Dolo offre 333 posti letto suddivisi su due monoblocchi distinti, uniti dalla “Piastra dei Servizi”.

Nel Monoblocco OD03A, sono ospitate tutta l’Area chirurgica ospedaliera  – Chirurgia, Ortopedia, Urologia, Oculistica, Ginecologia -, l’Area Materno-Infantile e, tra piano 0 e piano 1, il vecchio Pronto Soccorso (in trasferimento), il Laboratorio Analisi, gli ambulatori di Oncologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button